Spaccano le vetrate con un tombino e depredano due negozi: danni per decine di migliaia di euro

Le due spaccate sono le ultime di una lunga serie che, nelle ultime settimane, ha messo a soqquadro negozi, bar e uffici del centro storico

Il negozio di informatica Moxma svuotato

Furti su furti: il mese di novembre ha portato con sè una raffica di colpi messi a segno in varie attività del centro storico (e non solo). Le ultime due spaccate sono state effettuate nella notte tra martedì e mercoledì in due attività tra via di Roma e l'adiacente via Ugo Bassi, seguite da quelle al circolo tennis e alla sede della Pubblica assistenza.

Il negozio di informatica

Nel primo caso è stato preso d'assalto il "Moxma", negozio che vende e ripara computer, cellulari e prodotti d'informatica. Verso le due i ladri hanno dapprima sollevato la saracinesca automatica, creando dei seri danni, e poi infranto la vetrata usando un tombino. Una volta entrati, i malviventi hanno arraffato quanto più hanno potuto, tutto materiale d'alto valore: tra le altre cose anche tre computer Apple dal valore di 2000 euro ciascuno, più di 60 telefoni cellulari tra cui alcuni di alta gamma, materiale per smartphone come cuffiette auricolari e caricatori e anche il fondo cassa, di circa 200 euro.Da una prima stima si suppone che sia stato sottratto materiale per circa 20mila euro. Il negozio, che si è trasferito da un paio di settimane al civico 121 all'incrocio con via Ugo Bassi (prima era sempre sulla stessa via, solo qualche civico più avanti), non ha ancora installato un sistema di allarme e non sono presenti videocamere di sorveglianza. Il furto è stato scoperto da una guardia giurata in servizio notturno, di passaggio a quell'ora. Il vigilante ha presidiato l'area fino all'arrivo della Polizia di Stato.

Lo studio di tatuaggi

A poche decine di metri, in via Ugo Bassi al civico 4, i malfattori hanno poi sfondato la vetrata dello studio di tatuaggi "Il cobra e la luna", sempre utilizzando un tombino. Il titolare, fortunatamente, non aveva lasciato contanti nella cassa, tutavia i ladri hanno portato via diverso materiale per realizzare tatuaggi, per un valore di quasi cinquemila euro. Sul posto sono intervenuti i Carabinieri che cercheranno di capire insieme alla Polizia se, come prevedibile, i due furti siano collegati tra loro.

Le due spaccate sono le ultime di una lunga serie che, nelle ultime settimane, ha colpito negozi, bar e uffici del centro storico. Lunedì a essere presi di mira sono stati il bar Ramiro in piazza Caduti per la Libertà e la gelateria Tutto Gelato di via Newton, mentre sabato 18 sono stati colpiti due bar, una pizzeria e una gelateria. A inizio mese, invece, i ladri hanno fatto incursione in un salone di parrucchieri, sfruttando l'ormai "consolidato" metodo della rastrelliera usata come ariete, e in una tabaccheria in via Bovini, usando sempre un tombino per infrangere la vetrata.

Saccheggiati nella notte il circolo di tennis e la sede della Pubblica assistenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Soci, clienti e lavoratori: apre a Ravenna il primo supermercato autogestito della Romagna

  • La crema antirughe dell'azienda di Cotignola vince il premio 'Bio Awards'

  • Picco di enterococchi in mare: scatta il divieto di balneazione

  • Finge un problema all'auto e blocca le due presunte ladre d'appartamento

  • Tenta di colpire un motociclista ma il poliziotto si lancia nella sua auto dal finestrino: in manette

  • Precipita dal balcone di un hotel: ragazzino in ospedale in gravi condizioni

Torna su
RavennaToday è in caricamento