"Mancano distributori di cibo e bevande: proseguono i disagi nella sede dell’Inps"

L'ultimo episodio in ordine cronologico è accaduto a un malcapitato utente che, nell’attesa di essere ricevuto, ha avvertito un lieve malessere", afferma la sindacalista

Nella sede dell’Inps di Ravenna, l’assenza di distributori di acqua, cibo e bevande calde e fredde perdura nonostante le sollecitazioni della Fp Cgil. "Il disagio è evidente - sottolinea Maria Antonietta Cirillo di Fp Cgil -. L'ultimo episodio in ordine cronologico è accaduto a un malcapitato utente che, nell’attesa di essere ricevuto, ha avvertito un lieve malessere e ha chiesto dove fossero i distributori d’acqua. Chiaramente l’acqua, di proprietà della dipendente di turno allo sportello, gli è stata fornita, ma non possiamo esimerci dal denunciare il procrastinarsi di una situazione paradossale".

"Il problema si protrae da circa un anno comportando disagi sia per l’utenza ma anche per i dipendenti - prosegue la sindacalista Gli appalti che disciplinano la messa a bando per l’installazione delle macchinette distributrici di acqua, bevande calde o fredde e cibo, sono da mesi in attesa dell’avvallo da parte dell’Agenzia del Demanio. Non sono bastati i tanti comunicati di sollecito della Fp Cgil. Non è stata nemmeno utile una petizione firmata dai dipendenti e consegnata direttamente alla segreteria del presidente Tridico, oltre che alla Direzione regionale e provinciale".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sciagura stradale nella domenica dell'Immacolata: l'auto si schianta fuori strada, muore a 22 anni

  • Dramma sulla Ravegnana: schianto fatale, muore una giovane madre

  • Sangue sulle strade, tremendo incidente sulla Ravegnana: muore una persona

  • Vita spezzata sulla Ravegnana, Elisa era in procinto di sposarsi: "Un angelo volato troppo presto"

  • "L'Ue vieta l'unico prodotto efficace contro la cimice asiatica. Sarà un disastro"

  • Precipita in un canalone con la mountan bike: attimi di terrore per un ravennate

Torna su
RavennaToday è in caricamento