Offese alla memoria dei caduti della Resistenza ad Alfonsine

Il Pd ha espresso la propria solidarietà all'Anpi e alla Città di Alfonsine per l'ennesimo gesto che offende la memoria dei caduti della Resistenza

Il Pd ha espresso la propria solidarietà all’Anpi e alla Città di Alfonsine per l’ennesimo gesto che offende la memoria dei caduti della Resistenza. “I volantini attaccati al monumento di piazza Gramsci e sparsi per la città, in occasione dell’anniversario della Liberazione di Alfonsine, sono prima di tutto un gesto squallido e vigliacco – si legge nella nota del Pd -. Chi ha cercato di infangare questa giornata con una provocazione, dimostra di non meritare di far parte dello Stato italiano, nato appunto dalla Resistenza”.

“Non è difficile pensare che si tratti delle stesse mani che hanno messo a segno di gravissimi atti di vandalismo ai cippi del Senio poco più di un mese fa – sottolineano Alberto Pagani (Segretario Provinciale PD) e Giorgio Branchetti (Segretario Comunale PD Alfonsine) -. È però anche evidente come si tratti di gente senza alcun contatto con la realtà e che non dovrebbe quindi preoccupare più di tanto. Ma non si può in ogni caso accettare alcun atto di vilipendio ai monumenti, ai luoghi e soprattutto alla storia. È auspicabile infine che si possano individuare e punire questi vandali, che cercano ancora di seminare odio in una terra che è invece caratterizzata dalla convivenza e dalla civiltà”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Esprimiamo la nostra solidarietà al Comune ed all’Anpi e la nostra ferma condanna nei confronti dell’atto provocatorio compiuto ad Alfonsine contro le celebrazioni del 10 aprile, anniversario della liberazione della città - affermano i consiglieri regionali PD Mario Mazzotti e Miro Fiammenghi -. Si tratta di gesti antidemocratici rivolti non tanto contro una parte, ma contro tutta una comunità, contro la democrazia e contro la Costituzione Repubblicana nata dalla Resistenza. Atti simili devono ulteriormente stimolare l’impegno delle istituzioni e di tutta la base democratica per far vivere, nel nostro tempo e presso le nuove generazioni, quegli ideali e quei valori, molto moderni ed attuali, di libertà, giustizia, solidarietà e unità nazionale che hanno ispirato la lotta al nazifascismo".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Un ravennate in Nuova Zelanda: "Guardavano noi italiani con diffidenza, ora il panico è arrivato anche qua"

  • A pochi giorni di distanza il Coronavirus porta via marito e moglie

  • Schianto fatale all'incrocio con un camion: perde la vita un 78enne

  • Schianto all'incrocio con un camion: anziano in ospedale in condizioni gravissime

  • Inquinamento alle stelle, valori record in tutta la Romagna: la spiegazione di Arpae

  • Terrore in strada: spoglia una donna e la palpeggia, minore denunciato per violenza sessuale

Torna su
RavennaToday è in caricamento