Una via intitolata a Don Elvezio Tanasini, scomparso nel 2004

Insignito di un attestato ufficiale con croce per meriti partigiani, un suo energico intervento in seno alla Giunta popolare fermò una spirale di vendette e morti che l’odio politico aveva scatenato dopo l’avvenuta liberazione

Sabato 12 gennaio alle 10.30 nel piazzale antistante l’Istituto comprensivo “Manara Valgimigli”, in via Reale 280 a Mezzano, si svolgerà la cerimonia di intitolazione di via Don Elvezio Tanasini. Saranno presenti monsignor Lorenzo Ghizzoni, Arcivescovo metropolita dell'Arcidiocesi di Ravenna-Cervia e Gianandrea Baroncini, assessore al Decentramento del Comune di Ravenna

Nato a Roncalceci nel 1918 e deceduto a Ravenna nel 2004, monsignor Tanasini fu cappellano di Mezzano negli anni 1943-1945 e si distinse per la sua attività nel Comitato locale di liberazione. Insignito di un attestato ufficiale con croce per meriti partigiani, un suo energico intervento in seno alla Giunta popolare fermò una spirale di vendette e morti che l’odio politico aveva scatenato dopo l’avvenuta liberazione. Proseguì la propria missione sacerdotale a Portomaggiore e a Cervia, sempre mosso dall’amore per gli altri e per la libertà.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si toglie la vita lanciandosi sotto un treno: circolazione dei treni in tilt per ore

  • Malore fatale mentre si trovava in vacanza: addio al commercialista Roberto Cottifogli

  • Una morte fredda e solitaria: si è spento Mark, il senzatetto di Pinarella

  • Ravenna in lutto: si è spento all'improvviso l'ex sindaco Fabrizio Matteucci

  • 'Accoglieteli a casa vostra', Fiorenza apre le porte a un rifugiato: "Grazie a lui ho ritrovato una famiglia"

  • Scontro in mare tra un peschereccio e un gommone: cinque feriti, due sono gravissimi

Torna su
RavennaToday è in caricamento