A "Bassa Romagna in fiera" protagonista nell'Agorà l'hub portuale di Ravenna

All’incontro sono intervenuti il sindaco referente per le Infrastrutture dell’Unione Nicola Pasi, il presidente dell’Autorità portuale di Ravenna Daniele Rossi e il consigliere regionale Gianni Bessi

Martedì nell’Agorà di piazza Mazzini a Lugo si è parlato del porto di Ravenna e del progetto “Hub portuale”. All’incontro, dal titolo “Ravenna, porto dell’Emilia-Romagna: un’opportunità di business”, sono intervenuti il sindaco referente per le Infrastrutture dell’Unione Nicola Pasi, il presidente dell’Autorità portuale di Ravenna Daniele Rossi e il consigliere regionale Gianni Bessi.

“Bassa Romagna in Fiera è un’occasione non solo per trovare e conoscere le imprese, ma anche un’importante opportunità di riflessione sullo sviluppo del territorio - ha dichiarato Pasi -. Il progetto che riguarda il porto di Ravenna è senz’altro una delle operazioni più importanti della regione. Dietro a questa infrastruttura c’è infatti una terra con le sue realtà economiche e stiamo lavorando insieme per facilitare e strutturare il legame tra la nostra terra e il nostro porto”. Il progetto Hub portuale prevede nella sua prima fase l’approfondimento dei fondali a 12,5 metri, la realizzazione di una nuova banchina di oltre mille metri, l’adeguamento strutturale alla normativa antisismica e ai nuovi fondali di oltre 6.500 metri di banchine esistenti e la realizzazione di aree destinate alla logistica in ambito portuale per circa 200 ettari.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La macabra sfida del 'Samara Challenge' arriva in Romagna: "Gioco pericoloso"

  • Vanno dal meccanico dopo l'incidente e ne fanno un altro: curiosa "scia" di sinistri

  • Soci, clienti e lavoratori: apre a Ravenna il primo supermercato autogestito della Romagna

  • La crema antirughe dell'azienda di Cotignola vince il premio 'Bio Awards'

  • Elisa, Alessandra Amoroso, Guccini e Tiromancino: ospiti di lusso per "Imaginaction"

  • Agricoltori in ginocchio: "Crisi senza precedenti, le aziende gettano la spugna"

Torna su
RavennaToday è in caricamento