Spiaggia nudisti, Confesercenti individua un'area provvisoria

"Per il naturismo a Lido di Dante è nota la nostra posizione ed il nostro impegno su cui abbiamo perseverato in queste settimane per giungere a risposte positive uscendo da una impasse lunga e improduttiva"

“Per il naturismo a Lido di Dante è nota la nostra posizione ed il nostro impegno su cui abbiamo perseverato in queste settimane per giungere a risposte positive uscendo da una impasse lunga e improduttiva – sottolinea in una nota Confesrecenti Ravenna - Sono state diverse le iniziative intraprese dall’Associazione, e in più direzioni, e la situazione ad oggi è in movimento e testimonia la coerenza e la bontà della scelta e delle posizioni assunte”.

Già nei mesi scorsi la Confesercenti aveva proposto un tavolo comune di confronto con tutte le autorità coinvolte . Queste le iniziative e le novità: si è costituito un comitato nella località che tiene insieme gli operatori del Lido, cui la Confesercenti ha dato supporto e sostegno con un piano di lavoro condiviso, incontrando l’assessore Corsini e chiedendo un incontro con tutti i capigruppo consiliari. Hanno risposto per ora favorevolmente 4 gruppi. La Confesercenti ha poi incontrato nei giorni scorsi anche i Consiglieri Regionali locali che parteciparono all’approvazione della Legge Regionale nel 2006.

“L’altra novità, promossa dalla nostra Associazione con il locale Comitato degli operatori insieme ad alcune realtà associative e private, con spirito costruttivo, è stata la presentazione a metà giugno di una richiesta concreta di autorizzazione temporanea per l’occupazione di una area demaniale in un tratto di arenile di Lido di Dante da adibire ad area per naturisti. In tal senso sono stati chiesti i parere al Comune, all’Ufficio Demanio e al Corpo Forestale dello Stato”.

Richiesta corredata dai dati relativi ai servizi cor