La Nato premia la start-up che migliora le immagini satellitari con l'intelligenza artificiale

Studiomapp, già vincitrice a novembre di un premio dal Pentagono per l’uso di Intelligenza Artificiale applicata alle immagini satellitari, è la prima startup italiana a ottenere questo riconoscimento

La start-up ravennate Studiomapp, fondata da Angela Corbari e Leonardo Alberto Dal Zovo, è fra i vincitori della quarta edizione di “Defence Innovation Challenge”, una sfida lanciata dall’Agenzia per la Comunicazione e le Informazioni della Nato (Ncia) per accelerare l’adozione di soluzioni tecnologiche all'avanguardia sviluppate da startup, pmi e università a supporto di cyber security e C4isr (comando, controllo, comunicazioni, computer, intelligence, sorveglianza e ricognizione) della Nato.

Studiomapp, già vincitrice a novembre di un premio dal Pentagono per l’uso di Intelligenza Artificiale applicata alle immagini satellitari, è la prima startup italiana a ottenere questo riconoscimento ed è stata invitata alla Conferenza sull’alta tecnologia dal titolo “Nato and the High North: Technology Ultramarathon”, che si terrà dal 20 al 22 maggio a Oslo, in Norvegia.

Studiomapp è una startup innovativa fondata a fine 2015 con basi a Ravenna e a Roma, la cui missione è promuovere nuove tecnologie per migliorare la qualità della vita. “Siamo specializzati in Location Intelligence, ovvero lo studio e l’analisi del territorio - spiega Angela Corbari, cofondatrice e direttore operativo di Studiomapp - che ci ha portati sempre di più ad utilizzare ed interpretare immagini satellitari con tecniche di intelligenza artificiale per reperire informazioni sul territorio e sull’ambiente su scala mondiale. Grazie alle tecnologie che abbiamo sviluppato è infatti possibile affrontare in modo più veloce, sicuro ed efficiente alcune delle difficili sfide per salvaguardare e migliorare la qualità della vita nel nostro pianeta”.  “L’anno scorso abbiamo contribuito con i nostri modelli di intelligenza artificiale a velocizzare le operazioni di soccorso dopo disastri naturali in una sfida vinta con il Dipartimento di Difesa degli Stati Uniti - aggiunge Leonardo Alberto Dal Zovo, cofondatore e direttore tecnico di Studiomapp - e ora li stiamo applicando per lo studio del territorio per fornire mappe di vulnerabilità e rischio dovuti ai cambiamenti climatici”.

La sfida della Nato

La Ncia da quattro anni organizza una sfida sull’innovazione nell’ambito della difesa e ospita all’interno della sua conferenza annuale Nitec le idee e le soluzioni vincitrici. Nel 2019 l’Agenzia era alla ricerca di tecnologie innovative nell’ambito del monitoraggio dell’ecosistema marittimo. Studiomapp ha proposto una soluzione per l’analisi del traffico marittimo che utilizza "AI" applicata ad immagini satellitari ad altissima risoluzione per il controllo incrociato con Ais, il sistema di identificazione automatica di tracciamento utilizzato in ambito navale. Il concorso è stato lanciato a febbraio e chiuso ufficialmente a fine marzo.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Soci, clienti e lavoratori: apre a Ravenna il primo supermercato autogestito della Romagna

  • La crema antirughe dell'azienda di Cotignola vince il premio 'Bio Awards'

  • Picco di enterococchi in mare: scatta il divieto di balneazione

  • Finge un problema all'auto e blocca le due presunte ladre d'appartamento

  • Tenta di colpire un motociclista ma il poliziotto si lancia nella sua auto dal finestrino: in manette

  • Precipita dal balcone di un hotel: ragazzino in ospedale in gravi condizioni

Torna su
RavennaToday è in caricamento