Alla scoperta dei monti della Calvana e dell'Appennino Pratese

Domenica 15 aprile è in programma un'escursione in treno, sui monti della Calvana e dell'Appennino Pratese, organizzata dal CAI Ravenna con il patrocinio dell’Assessorato allo Sport del Comune di Ravenna. Si percorre parte del nuovo cammino transappenninico che collega Bologna a Prato (e viceversa) e che viene chiamato "La via della Lana e della Seta" dal nome delle produzioni industriali che, a partire dal medioevo e per lunghi secoli, hanno caratterizzato le economie delle due città. L'escursione parte da uno dei comuni della Val Bisenzio, Vaiano (m 150), con la Badia che conserva una ricca testimonianza della presenza longobarda e della operosa attività dei monaci vallombrosani.

Dal cuore del paese una stradina pedecollinare stretta fra muri a secco, terrazzamenti per orti, vigneti e uliveti, siepi di rosmarino e filari di cipressi, conduce nelle dolci atmosfere e nei paesaggi tipici della Toscana.
Si arriva poi a Le Fornaci, un antico borgo sorto verso la metà del XV° secolo dove veniva preparata la calce estratta usando la pietra tipica di questa zona calcarea: l'alberese, una pietra bianca utilizzata insieme all'altra pietra di quest'area, la serpentina, di colore verde per le tipiche costruzioni toscane di edifici religiosi, militari e civili.

Dalle Fornaci, superata la Chiesa dei SS Vito e Modesto, si sale lungo il versante occidentale in direzione della Calvana (m 600), un massiccio carsico che riserva straordinarie sorprese e che inizieremo a conoscere per un eventuale, successivo ritorno per calpestare le sue praterie sommitali dove pascolano cavalli allo stato brado e bovini della razza autoctona "Calvanina". Senza dimenticare le copiose fioriture di narciso, le sessanta specie di orchidee, il crocus e l'Adonis annua, il fiore d' Adone, il ranuncolo color porpora che su queste terre ha trovato un ambiente accogliente per abbellire con le sue fioriture il verde mantello dei prati. 

L'escursione è guidata da Vito Paticchia, Accompagnatore CAI Bologna, scrittore, autore della Guida sulla Linea Gotica.

Dati dell'escursione:impegno fisico medio. Dislivello circa 500 m; circa 11 km totali per 5  ore + soste.
Abbigliamento: sono necessari: zaino, scarponi, giacca a vento, mantella, maglione, berretta di lana, guanti. Consigliati i bastoncini da trekking. É utile, soprattutto in caso di meteo incerto, nello zaino, in busta impermeabile, un cambio costituito da maglietta, calzoni tuta, calzettini e scarpette da ginnastica.
Pranzo al sacco, munirsi di acqua.

Partenza: Stazione Ferroviaria Ravenna, ore 6,54. N.B. ritrovo ore 6,40. Munirsi direttamente del biglietto A/R Ravenna-Vaiano
Ritorno: a Ravenna  alle  19,53 (l'orario di ritorno è indicativo).
Spesa prevista: Biglietto treno- Assicurazioni Infortuni ( euro 5,57) e Soccorso Alpino ( euro 3 ) facoltative.

Coordinatori escursione e informazioni: Arturo Mazzoni 3356415567 arturomazzoni.ra@gmail.com -Dino Giommi 3408639437 d.giommi@libero.it  oppure sede CAI via Castel S. Pietro 26 - Giovedì 20,30 -22,30

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Escursioni, potrebbe interessarti

I più visti

  • Una serata a caccia di fantasmi tra i luoghi "infestati" di Romagna

    • 1 febbraio 2020
    • ritrovo a Villa Laderchi (La Rotonda)
  • J-Ax fa tappa a Ravenna: un mini-live per presentare il nuovo album "Reale"

    • solo domani
    • 28 gennaio 2020
    • Centro Commerciale Esp
  • "Il privilegio dell’inquietudine": la grande grafica nella mostra dedicata ad Albrecht Dürer

    • Gratis
    • dal 21 settembre 2019 al 2 febbraio 2020
    • Museo Civico delle Cappuccine
  • Grandi successi e tante sorprese: Massimo Ranieri torna a incantare Ravenna

    • 11 febbraio 2020
    • Teatro Alighieri
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    RavennaToday è in caricamento