Trasgressione e rivoluzione sul palco con Hamilton de Holanda

  • Dove
    Teatro Comunale di Russi
    Indirizzo non disponibile
    Russi
  • Quando
    Dal 30/04/2019 al 30/04/2019
    21.00
  • Prezzo
    intero euro 16, ridotto 14
  • Altre Informazioni

Terzo e ultimo ritorno a Russi per la ‘carovana’ musicale del festival itinerante Crossroads, organizzato da Jazz Network e dall’Assessorato alla Cultura della Regione Emilia-Romagna: in occasione della Giornata Internazionale Unesco del Jazz, martedì 30 aprile al Teatro Comunale (con inizio alle ore 21) si esibisce il Trio Mundo di Hamilton de Holanda, brasiliano virtuoso del mandolino a 10 corde. Al suo fianco ci saranno Marcelo Caldi alla fisarmonica e Thiago da Serrinha alle percussioni. Il concerto è realizzato in collaborazione con il Comune di Russi - Teatro Comunale. Biglietti: intero euro 16, ridotto 14.

Hamilton de Holanda, nato nel 1976 a Rio de Janeiro e cresciuto a Brasilia, dove si trasferì da ragazzo con la famiglia, ha imbracciato il mandolino per la prima volta all’età di 5 anni. A 6 già si esibiva in pubblico. Col suo personale e virtuosistico intreccio di choro e jazz ha creato una musica spumeggiante, segnalatasi più volte nelle nomination dei Latin Grammy. Ha collaborato con Yamandu Costa, Mike Marshall, Joel Nascimento, ma in Italia è celebre soprattutto per il duo formato con Stefano Bollani, immortalato anche su disco (O que será, 2013, ECM).

La sua tecnica trasgressiva e rivoluzionaria, su uno strumento a 10 corde, gli è valsa l’appellativo di “Jimi Hendrix del mandolino”. Tradizione brasiliana e modernismi stilistici scorrono in parallelo, in un flusso magmatico e travolgente, ingegnoso eppure spontaneo. La sua completezza come solista gli permette di esporre compiutamente le sue idee musicali anche nella semplice dimensione del solo. Ma ha ampiamente praticato anche le forme del duo (oltre che con Bollani anche con João Bosco), del trio, degli ensemble più allargati sino alle performance con orchestra.

Il Trio Mundo è una formazione di recente costituzione, il cui organico riunisce strumenti in grado di rappresentare le culture musicali di diversi Paesi. Nel repertorio, le composizioni di Hamilton de Holanda sono affiancate da brani di Pixinguinha, Chick Corea, i Beatles, Nino Rota, Richard Galliano, Pat Metheny, Paco de Lucia, Tom Jobim. Ma la scaletta è aperta a continue variazioni.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Concerti, potrebbe interessarti

  • La notte di Patti Smith: la Sacerdotessa del Rock all'Alighieri

    • 4 dicembre 2019
    • Teatro Alighieri
  • Una serata con Manuel Agnelli: il frontman degli Afterhours in concerto all'Alighieri

    • 26 novembre 2019
    • Teatro Alighieri
  • Niccolò Fabi torna in tour e parte da Ravenna

    • 1 dicembre 2019
    • Teatro Alighieri

I più visti

  • La notte di Patti Smith: la Sacerdotessa del Rock all'Alighieri

    • 4 dicembre 2019
    • Teatro Alighieri
  • Una serata con Manuel Agnelli: il frontman degli Afterhours in concerto all'Alighieri

    • 26 novembre 2019
    • Teatro Alighieri
  • Niccolò Fabi torna in tour e parte da Ravenna

    • 1 dicembre 2019
    • Teatro Alighieri
  • Mosaici di Lego: gli 800mila mattoncini di Riccardo Zangelmi in "Forever young"

    • dal 5 ottobre 2019 al 12 gennaio 2020
    • Mar - Museo d'Arte della città di Ravenna
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    RavennaToday è in caricamento