Strategie contro il gioco d'azzardo, in biblioteca una mostra sulla ludopatia

  • Dove
    Biblioteca Classense
    Indirizzo non disponibile
  • Quando
    Dal 14/06/2019 al 30/06/2019
    orario apertura della Biblioteca
  • Prezzo
    Gratis
  • Altre Informazioni

Nel chiostro d’ingresso della biblioteca Classense viene ospitata da venerdì 14 giugno (inaugurazione alle 18) al 30 giugno la mostra “È solo un gioco innocente? Dalla ludopatia al gioco d'azzardo patologico”.

La mostra, che si compone di 15 pannelli didattici è frutto di un lavoro svolto dagli allievi della II A e IV C del liceo scientifico Alfredo Oriani di Ravenna (anno scolastico 2018 – 2019) nell’ambito del progetto “È solo un gioco innocente? Dalla ludopatia al gioco d'azzardo patologico. Storia del contrasto al gioco d'azzardo attraverso i documenti dell'archivio storico comunale di Ravenna. Divieti e strategie dal XVI secolo al 2018” ideato dal liceo scientifico Alfredo Oriani e dall’archivio storico comunale di Ravenna – Istituzione biblioteca Classense e risultato vincitore del concorso di idee per la valorizzazione dei beni culturali “Io amo i Beni Culturali”, bandito dall’IBC della Regione Emilia-Romagna, aggiudicandosi un contributo di € 4000,00. 

I beni culturali valorizzati dal percorso espositivo sono, tra gli altri, due splendidi giochi a stampa della collezione classense (pannello 1 e 15), una pagina degli antichi statuti del Comune di Ravenna che contiene la rubrica contro il gioco d'azzardo (Cancelleria 3) e 8 bandi della collezione dell'archivio storico con date dal XVI al XIX secolo (pannelli dal 2 al 10). In tutti i bandi si cerca di ostacolare, vietare o almeno regolamentare i giochi d'azzardo che sono moltissimi, di carte e di dadi, fino a giungere alla tombola e al lotto. Piuttosto interessante il bando del cardinale Luigi Valenti Gonzaga che li elenca, portandoci così a conoscenza dei vari tipi di gioco d'azzardo in voga in Romagna e a Ravenna sul finire del XVIII secolo, alla vigilia della Rivoluzione francese.

L'idea vincente del progetto ravennate è stata quella di abbinare alla valorizzazione di un bene culturale un tema sociale di attualità sul quale varie istituzioni e associazioni stanno portando avanti riflessioni e azioni concrete di sostegno nei confronti dei soggetti ludopatici.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Mostre, potrebbe interessarti

  • "Il privilegio dell’inquietudine": la grande grafica nella mostra dedicata ad Albrecht Dürer

    • Gratis
    • dal 21 settembre 2019 al 2 febbraio 2020
    • Museo Civico delle Cappuccine
  • La sfida ceramica di Picasso. Un legame di lunga data tra l'artista e Faenza

    • dal 1 novembre 2019 al 12 aprile 2020
    • MIC - Museo Internazionale della Ceramica
  • "Ascoltare Bellezza": l'intervento artistico di Nicola Samorì

    • Gratis
    • dal 21 dicembre 2019 al 21 febbraio 2020
    • Biblioteca Classense

I più visti

  • Tanta bontà alla Sagra del Cappelletto invernale

    • dal 1 al 2 febbraio 2020
    • Associazione Auser - Bocciofila
  • Una serata a caccia di fantasmi tra i luoghi "infestati" di Romagna

    • 1 febbraio 2020
    • ritrovo a Villa Laderchi (La Rotonda)
  • "Il privilegio dell’inquietudine": la grande grafica nella mostra dedicata ad Albrecht Dürer

    • Gratis
    • dal 21 settembre 2019 al 2 febbraio 2020
    • Museo Civico delle Cappuccine
  • Federico Moccia a caccia di "stelle" in Romagna: nuovo romanzo e casting per il film "Innamorarsi in chat"

    • Gratis
    • 1 febbraio 2020
    • Casa Margot di Milano Marittima
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    RavennaToday è in caricamento