Tensione e divertimento si mescolano ne "La cena delle belve"

Sarà il Teatro Goldoni di Bagnacavallo a ospitare la “Prima” del ri-allestimento di La cena delle belve, uno spettacolo di Vahè Katchà, versione italiana a cura di Vincenzo Cerami della pièce francese Le Repas des fauves, tra i maggiori successi delle ultime stagioni parigine e coronato ai Molières 2011 come migliore spettacolo. Protagonisti dello spettacolo, la cui regia è firmata da Julien Sibre e Virginia Acqua, sono Gianluca Ramazzotti, Maurizio Donadoni e Marianella Bargilli. Completano il cast Francesco Bonomo, Ralph Palka, Giancarlo Ratti, Emanuele Salce e Silvia Siravo. Sipario domenica 20 gennaio alle ore 21.

La vicenda presenta la storia di sette amici che, nell’Italia del 1943 durante l’occupazione tedesca, si trovano per festeggiare il compleanno del loro ospite. Una serata diversa, per distrarsi dalle tragedie e paure della guerra e dalle privazioni che questa porta con sé. 
Quella stessa sera però vengono uccisi due ufficiali tedeschi ai piedi della loro palazzina e, per rappresaglia, la Gestapo decide di prendere due ostaggi per ogni appartamento. Il comandante tedesco dell’operazione riconosce però nel proprietario dell’appartamento dove si trovano i sette amici il libraio dal quale spesso compra delle opere e, per mantenere un singolare rapporto di cortesia, avverte che passerà a prendere gli ostaggi al momento del dessert, lasciando loro la scelta dei due che dovranno consegnarsi. 

Qui comincia La cena della belve con tutto quello che può far presagire un quadro del genere. Ognuno cercherà di salvare la propria pelle e davanti alla paura della morte l’amicizia cadrà tirando fuori il peggio di ogni persona.
Il testo alterna momenti di alta tensione a momenti di divertimento; lo humor nero è così ben miscelato da impreziosire l’opera, tanto l’assurdità crudele di una tale scelta possa spesso prestarsi al sorriso. Uno spettacolo che prende per mano lo spettatore e lo coinvolge emotivamente fino all’inaspettato finale, costretto a identificarsi in ciascuno dei sette personaggi: il libraio e sua moglie che organizzano la cena; il medico che non nasconde il suo interesse per l’occupante tedesco; un reduce di guerra con sguardo gioioso sulla vita; una giovane vedova tentata dalla Resistenza; un omosessuale cinico e un affarista collaborazionista.
Il genio di Katchà dipinge senza compiacimento la natura umana, con un realismo crudo in cui l’ironia non è mai assente. Grazie alla versione italiana curata da Vincenzo Cerami poco prima della sua scomparsa, La cena delle belve è arrivato anche in Italia con un grande cast che dipinge con crudeltà e ironia il meglio e il peggio dell’animo umano sullo sfondo della Grande Storia del 1943.

Biglietti: da 21 a 12 euro 

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Teatri, potrebbe interessarti

  • Si ricomincia dal Purgatorio: tanti ravennati in scena per la "Chiamata pubblica"

    • dal 25 giugno al 14 luglio 2019
    • dalla Tomba di Dante al Giardino del Teatro Rasi
  • Burattini alla Riscossa: parte la nuova edizione

    • Gratis
    • dal 18 al 21 giugno 2019
    • sedi varie - vedi programma

I più visti

  • Emozioni in terra e in cielo: le Frecce tornano a Punta Marina per "Valore Tricolore"

    • Gratis
    • dal 21 al 23 giugno 2019
    • Punta Marina Terme
  • La celebre youtuber LaSabri a Ravenna. Con lei, la "regina dei cartoni animati" Cristina D’Avena

    • 22 giugno 2019
    • Burger King
  • I "magnifici fallimenti" di Oliviero Toscani: 50 anni di carriera in oltre cento scatti

    • dal 13 aprile al 30 giugno 2019
    • Mar - Museo d'Arte della città di Ravenna
  • Enzo Avitabile a Palazzo San Giacomo con Francesco De Gregori e Tony Esposito

    • 21 giugno 2019
    • Palazzo San Giacomo
Torna su
RavennaToday è in caricamento