Maiolini (Gruppo misto): "Migliorare la viabilità della Classicana invece che vendere terreni"

Martedì il consiglio comunale di Ravenna ha dato il via libera a un bando per l’alienazione di una striscia di terreno nella zona portuale sud, che corre parallelamente alla via Classicana

Nella seduta di martedì il consiglio comunale ha approvato la delibera riguardante la “Manifestazione di volontà per la vendita di un terreno di proprietà comunale in zona portuale in prossimità di via Classicana” con 19 voti favorevoli (Pd, Ama Ravenna, Art.1-Mdp, Sinistra per Ravenna, Pri, Italia viva), 1 voto contrario (Marco Maiolini del Gruppo misto) e 8 astensioni (Gruppo Alberghini, Forza Italia, Lega Nord, La Pigna, CambieRà, Ravenna in Comune, Emanuele Panizza del gruppo misto).

L’assessore al Patrimonio, Massimo Cameliani ha illustrato la delibera precisando che il terreno di circa 2mila e 880 metri quadrati, attualmente sterrato e invaso da vegetazione spontanea, rientra nel piano delle alienazioni per il 2020 dell’Amministrazione comunale. Secondo il Rue è classificato come spazio portuale e il Servizio progettazione urbanistica ha dato il proprio parere positivo alla vendita in quanto il terreno non è ritenuto di interesse da parte del servizio strade. L’area, posta tra il confine delle proprietà di due aziende portuali e la sede asfaltata della Via Classicana, risulta funzionale all’ampliamento delle due ditte che hanno espresso da tempo tale necessità. Il terreno sarà venduto tramite asta pubblica, aperta a tutti, la cui base è superiore a 100mila euro.

Il gruppo Pd, evidenziando la positiva intenzione di alcune imprese portuali ad ampliarsi, ritiene importante che in questa fase tutto ciò che non è necessario al pubblico debba essere orientato a favorire lo sviluppo del privato.

Il gruppo Lista per Ravenna ha anticipato il voto a favore esprimendo il proprio compiacimento in merito al fatto che in questa situazione di crisi ci sia qualcuno che pensa ad espandere la propria attività.

Emanuele Panizza del Gruppo misto ha annunciato la sua astensione anche valutando positivamente quanto affermato dal consigliere Ancisi sulla vivacità imprenditoriale di alcune imprese.

"Sicuramente questi 2.800 metri quadrati di terra verranno acquistati da privati interessati a ingrandire la loro azienda - commenta il consigliere del Gruppo misto Marco Maiolini - Aspirazione più che legittima, ma non meno importante è valutare l’interesse pubblico per l’eventuale ampliamento della strada, che proprio in quel punto si restringe a una corsia per ogni senso di marcia. Ho fatto notare all’Assessore, nonché all’intero consesso, che quella strada porterà alla zona “nuova” del porto industriale, e in particolare al futuro Terminal container in zona “Trattaroli”, e non è così improbabile che quella fascia di rispetto potrebbe essere utile alla viabilità portuale in un futuro prossimo".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Sulla Classicana, dove ci sono quattro corsie, già con lo sviluppo attuale si creano file pericolose all’altezza dell’ingresso di alcuni magazzini - spiega il consigliere d'opposizione - Perchè quindi non teniamo la possibilità di adeguare la viabilità e migliorare gli accessi, invece di vendere i frustoli adiacenti alla carreggiata (ingresso Marcegaglia in zona nord docet)? L’amministrazione ha già venduto in area portuale una banchina (da cui percepiva un affitto), una strada (via Piomboni), e un'altra striscia di terra parallela alla Classicana. Speriamo di non essere costretti a ricomprare fra qualche anno con degli espropri, ovviamente molto più onerosi. Infine, visto che martedì sempre il consiglio comunale ha ratificato un accordo con la Fondazione “Itl”(trasporti e logistica), specializzata in ricerche e formazione, perché non affidargli subito il compito di studiare quali siano gli spazi necessari per lo sviluppo futuro delle infrastrutture pubbliche nel nostro scalo? Almeno le prossime vendite potranno essere supportate da una ricerca statistico/previsionale appropriata".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si schianta con la moto: il guard rail gli amputa entrambe le gambe

  • I vantaggi del fitwalking, un ottimo modo per dimagrire e rimettersi in forma

  • Coronavirus, i divieti che restano in vigore anche dopo il 3 giugno

  • Scoppia un incendio nell'allevamento: tanti uccelli morti tra le fiamme

  • Perde il controllo dell'auto e si schianta contro un muretto: grave incidente sulla Brisighellese

  • Laura, unico caso di Coronavirus a Bagnara: "Il tampone era negativo, l'ho scoperto col test sierologico"

Torna su
RavennaToday è in caricamento