menulensuserclosebubble2shareemailgoogleplusstarcalendarlocation-pinwhatsappenlargeiconvideolandscaperainywarningdotstrashcar-crashchevron_lefteurocutleryphoto_librarydirectionsshoplinkmailphoneglobetimetopfeedfacebookfacebook-circletwittertwitter-circlewhatsappcamerasearchmixflagcakethumbs-upthumbs-downbriefcaselock-openlog-outeditfiletrophysent_newscensure_commentgeneric_commentrestaurant_companiessunnymoonsuncloudmooncloudrainheavysnowthunderheavysnowheavyfogfog-nightrainlightwhitecloudblackcloudcloudyweather-timewindbarometerrainfallhumiditythermometersunrise-sunsetsleetsnowcelsius

Vicepresidenza del consiglio comunale, Bucci contrario al nome di Nereo Foschini

"La mia posizione su Nereo Foschini e Alberto Ancarani non è dettata da risentimenti personali, cosa che loro non hanno mai fatto mancare alla mia persona, ma da scelte e decisioni politiche e di chiarezza nei confronti degli elettori ravennati", afferma Bucci

Maurizio Bucci, candidato sindaco de "La Pigna per la rinascita di Ravenna", contrario alla proposta del capogruppo in consiglio comunale di Forza Italia, Alberto Ancarani, di indicare in Nereo Foschini come successore di Paolo Guerra alla vicepresidente del consiglio comunale. "La presidente Livia Molducci aveva programmato tale surroga per il 28 gennaio, previa conferenza dei capigruppo - esordisce Bucci -. Da qui iniziano che le grandi manovre di Ancarani, seppure la nomina sia di fatto più di immagine che di sostanza. Nella volontà di “umiliare” il proprio coordinatore regionale, Massimo Palmizio, Ancarani indica quale successore di Paolo Guerra nientemeno che Nereo Foschini, uscito da Forza Italia dopo esserne stato candidato a sindaco nelle ultime elezioni per approdare al Nuovo Centro Destra, alleato di Governo del Pd di Renzi".

"Quel Foschini che proprio qualche giorno fa aveva dettato, spacciandosi ancora in Forza Italia, la linea politica al suo ex partito, dicendo che doveva allearsi con Ancisi e che tanto il centro destra avrebbe comunque perso le elezioni, pronosticando la vittoria del Pd - prosegue Bucci -. Detto da un esponente del centro sinistra ci pare ovvio, ma appare meno ovvia l’indicazione di Ancarani. E subito sono arrivate le adesioni della grande alleanza pro Pd, vale a dire di Lista per Ravenna e del gruppo consiliare di Forza Italia guidato da Ancarani stesso".

Bucci non aderirà "alla richiesta di Ancarani di mettere all’ordine del giorno l’elezione del Vice Presidente e comunque la mia assoluta contrarietà a questi metodi di vecchia politica. Sono del parere che questi giochini, che lascio ad Ancarani e ai suoi alleati, non solo non interessano i cittadini ravennati, ma anche che siano oggetto di ulteriore delusione. Confermo che la mia posizione su Nereo Foschini e Alberto Ancarani non è dettata da risentimenti personali, cosa che loro non hanno mai fatto mancare alla mia persona, ma da scelte e decisioni politiche e di chiarezza nei confronti degli elettori ravennati".

Potrebbe interessarti

Commenti

    Più letti della settimana

    • Incidenti stradali

      Esce illeso dall'abitacolo dopo una spettacolare carambola

    • Cronaca

      Nubifragio si abbatte su Cervia, disagi e strade allagate

    • Cronaca

      Addio a Gianluca: muore a soli 27 anni per la puntura di una vespa

    • Cronaca

      Centro culturale? No, night: blitz dei Carabinieri a Pinarella

    Torna su