Ospedale di Ravenna, La Pigna: "Un declino inesorabile per le scelte scellerate del Pd"

"I ravennati - esordisce il coordinamento - continuano a pagare sulla propria pelle le conseguenze in termini di disagi, carenze, disservizi e decadimento della qualità dei servizi dell’ospedale di Ravenna"

Le "problematiche dell'ospedale" Santa Maria delle Croci sono al centro di un question time presentato da "La Pigna". "I ravennati - esordisce il coordinamento - continuano a pagare sulla propria pelle le conseguenze in termini di disagi, carenze, disservizi e decadimento della qualità dei servizi dell’Ospedale di Ravenna. Tutto questo nonostante l’abnegazione e la dedizione del personale sanitario e parasanitario. I problemi dell’Ospedale di Ravenna sono figli di scelte irresponsabili e scellerate di questi anni. Scelte che hanno un unico responsabile: colui che da sempre governa la nostra città, ovvero il Partito Democratico".

"L’incontro di giovedì in Prefettura, al quale hanno partecipato il sindaco Michele de Pascale, il direttore generale e sanitario dell’Ausl Romagna e il direttore dell’Ospedale di Ravenna, il cui scopo dichiarato era quello di effettuare una ricognizione dei mali dei servizi dell’Ospedale di Ravenna, é stata una perfetta perdita di tempo - viene aggiunto da "La Pigna -. Innanzitutto, é mancato un elemento fondamentale: l’accertamento delle responsabilità gestionali che per quanto ci riguarda ha un nome e un cognome preciso, il direttore generale Marcello Tonini. La gestione Tonini ha prodotto risultati a dir poco disastrosi ai quali occorre porre immediato rimedio con un drastico ed repentino cambio di rotta, che non può evidentemente essere gestito da chi non ha saputo risolvere i gravi problemi".

"Il sovraffollamento del pronto soccorso, la carenza di medici nel reparto di medicina generale, l’appoggio di pazienti in altri reparti rispetto a quello di medicina per carenza di posti letto, l’ampliamento del reparto di pediatria, la riorganizzazione del reparto di ostetricia-ginecologia, la regolamentazione delle badanti e  la piena operatività delle case delle salute devono trovare risposte immediate. Anche la valorizzazione del merito professionale va perseguito al fine di offrire servizi migliori ai ravennati - continua il coordinamento de "La Pigna -. Poiché il sindaco de Pascale ha arrogato a se la delega alla Sanità e dato che ha recentemente affermato che gli incarichi  che ricopre in qualità di Presidente dell’Upi e dell’ANCI Emilia Romagna sono utili per ottenere importi concreti per Ravenna, ebbene lo dimostri. Al fine di ottenere risposte precise e puntuali sulle problematiche dell’Ospedale abbiamo presentato un question time che verrà discusso martedì prossimo in Consiglio comunale". 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Soci, clienti e lavoratori: apre a Ravenna il primo supermercato autogestito della Romagna

  • La crema antirughe dell'azienda di Cotignola vince il premio 'Bio Awards'

  • Picco di enterococchi in mare: scatta il divieto di balneazione

  • Finge un problema all'auto e blocca le due presunte ladre d'appartamento

  • Tenta di colpire un motociclista ma il poliziotto si lancia nella sua auto dal finestrino: in manette

  • Precipita dal balcone di un hotel: ragazzino in ospedale in gravi condizioni

Torna su
RavennaToday è in caricamento