Gol ed emozioni: il big match tra Imolese e Ravenna finisce in parità

Per la prima emozione bisogna attendere l'ottavo, con Nocciolini che lascia partire dalla distanza una conclusione per sorprendere Zommers lontano dai pali, ma la palla si spegne sul fondo

Finisce con un punto a testa il derby di Santo Stefano tra Imolese e Ravenna. I bizantini sono stati rimontati per due volte, dopo averla sbloccata prima con Bresciani e poi con Nocciolini. di Carraro e Lanini i gol dei padroni di casa. "Sapevamo che ci sarebbe stato da soffrire, ma sapevamo anche che se fossimo stati bravi a ripartire potevamo creare qualche problemino - afferma mister Luciano Foschi -. Lo abbiamo fatto e siamo andati due volte in vantaggio, peccato sul loro pareggio perché siamo stati un po’ dei polli. Però onestamente credo che questo sia stato il risultato più giusto".

Al giro di boa Ravenna FC al secondo posto in solitaria dopo un girone da grande squadra: "Ci godiamo la posizione in classifica in un girone estremamente equilibrato, con soli quattro punti in meno si passa ad essere fuori dai playoff, noi non vogliamo porci limiti, prima raggiungeremo il nostro obbiettivo prima ci potremo divertire". Quella del "Romeo Galli", ovattato da una fitta coltre di nebbia, è stata una partita con le due squadre che si sono affrontate a viso aperto.

Per la prima emozione bisogna attendere l'ottavo, con Nocciolini che lascia partire dalla distanza una conclusione per sorprendere Zommers lontano dai pali, ma la palla si spegne sul fondo. Il bomber ci riprova al 14', ma il suo destro scaturito dagli sviluppi di un calcio d’angolo è ribattuto dagli avversari. Sempre da calcio da fermo la risposta dei padroni di casa, con Gargiulo che incorna in area, ma fuori dallo specchio. Ci riprova ancora da corner l’Imolese, ma in questo caso è Bresciani che copre bene il primo palo. Lo stesso terzino giallorosso si fa trovare prontissimo al 41° quando un tracciante di Selleri lo pesca in area sul secondo palo, la deviazione in acrobazia è vincente e porta in vantaggio il Ravenna, secondo goal consecutivo per il 14 giallorosso.

Ripresa scoppiettante: Dionisi getta nella mischia Sciacca e Lanini al posto di Fiore e Valentini. L'Imolese si riversa in attacco e trova il goal al 51esimo con Carraro sugli sviluppi di un calcio d'angolo con un destro dal limite a battere un incolpevole Venturi. Ma il Ravenna non ci sta, e bastano due minuti per riportarsi in vantaggio: Galuppini ruba palla su una ripartenza dell’Imolese e serve Nocciolini in profondità, in diagonale del bomber è preciso, potente e vale la settima marcatura stagionale. La partita è aperta ed avvincente, al 21° lo stesso Nocciolini ha la palla per chiuderla, ma il suo colpo di testa su punizione di Selleri sorvola di poco la traversa di Zommers. Al 25° il pareggio dei padroni di casa, Carraro scappa sulla destra in posizione di sospetto fuorigioco e mette in mezzo per l’accorrente Lanini che insacca e stacca nuovamente Nocciolini in classifica marcatori.

L’Imolese ora crede nella vittoria ed al 31° arriva a sfiorare il vantaggio. Lancio lungo per Giovinco che si presenta a tu per tu con Venturi, l’intervento dell’estremo giallorosso è prodigioso e devia per ben due volte la conclusione a botta sicura dell’attaccante rossoblu di cui una con l’aiuto della traversa, la palla torna ancora nei piedi dell’attaccante, ma questa volta è Jidayi a salvare sulla linea di porta. La partita regala ancora qualche sussulto, al 33° Nocciolini si inventa una grande conclusione dal limite, invitando Zommers ad un’ottima parata in angolo. Sullo scadere del match doppia espulsione per Lanini e Lelj, rei, a detta del direttore di gara non apparso brillantissimo, di reciproche scorrettezze.

Potrebbe interessarti

  • I Consultori a Ravenna: elenco, indirizzi e servizi

  • Aperitivo a Ravenna: 5 locali ideali per un cocktail all'aperto

  • I borghi medievali romagnoli da non perdere

  • Comprare una casa all'asta: come si fa?

I più letti della settimana

  • I pompieri arrivano per spegnere un incendio: e trovano il cadavere di un uomo

  • La scia di sangue non si ferma. Schianto sull'Adriatica, muore dopo 6 giorni di agonia

  • Paura al parco divertimenti: bambino rischia di annegare, è gravissimo

  • Si schiantano contro le auto parcheggiate e si cappottano: tre giovani in ospedale

  • Sciagura a Mirabilandia: bambino di 4 anni muore annegato nel parco divertimenti

  • Rischia di annegare mentre fa il bagno: salvato dai bagnini, è in gravi condizioni

Torna su
RavennaToday è in caricamento