Serie D, Poule Scudetto: il Ravenna col Gavorrano cerca il pass per le semifinali

Ha un solo risultato a disposizione il Gavorrano, che dopo due anni di D ha ritrovato la Lega Pro in cui ha militato per quattro stagioni consecutive, per passare il turno

Arriva il Gavorrano al Benelli (mercoledì alle ore 16) e il Ravenna ha una certezza: basta un pareggio per conquistare il primo posto nel girone 2 della Poule Scudetto e tornare a Fermo, dove si è imposto 10 giorni fa, per giocare le semifinali. Ma c’è un altro obiettivo che spinge i giallorossi verso questo traguardo: con l’eliminazione del Cuneo, il Ravenna è l’unica tra le nove vincitrici ad avere già conquistato lo scudetto dei dilettanti, nel ‘56/57, in occasione della quinta edizione di questo trofeo post season, interrotto dopo il ‘56/57 e ritornato a pieno regime nel ’92/93. "Abbiamo a disposizione due risultati su tre e sulla carta siamo favoriti - ammette l’allenatore giallorosso Mauro Antonioli - ma non c’è errore più grosso che potremmo commettere di metterci a fare questo tipo di calcoli. Non è nella mentalità della mia squadra, che ha dimostrato per tutta la stagione di scendere in campo per cercare sempre la vittoria. Per noi è un piacere giocare questa Poule Scudetto e ci teniamo ad arrivare più lontano possibile: siamo sereni, entusiasti, motivati: la vittoria di domenica della Fermana, un 3-2 rocambolesco, sul campo del Gavorrano, che non aveva mai perso in casa, ci ha dato ulteriore conferma del valore del nostro successo a Fermo”.

Ha un solo risultato a disposizione il Gavorrano, che dopo due anni di D ha ritrovato la Lega Pro in cui ha militato per quattro stagioni consecutive, per passare il turno: la vittoria segnando almeno due gol per poter far valere, a quel punto, il maggior numero di reti segnate. “Da quel po’ che abbiamo visto e dalle informazioni che abbiamo, sappiamo che il Gavorrano è una squadra che gioca un calcio abbastanza offensivo, che si appoggia ad un paio di attaccanti di assoluto valore. Vengono al Benelli per cercare l’unico risultato che serve loro; sarà una bella partita, una gara da interpretare bene, in cui saranno gli episodi, gli stimoli e la voglia di vincere a fare la differenza. Noi vogliamo continuare sulla falsariga di quanto fatto finora e ci teniamo non perdere perché questo match rappresenta il commiato di quest’anno dal nostro pubblico e non vogliamo congedarci con un risultato negativo”.

Un solo giocatore indisponibile, in casa giallorossa: si tratta di Ballardini, alle prese con un leggero fastidio muscolare: venti i convocati da mister Antonioli. Per favorire un buon afflusso di pubblico in quella che è di fatto l’ultima partita di questa annata agonistica al Benelli, la società ha deciso di applicare sconti ai prezzi dei singoli biglietti: domani si pagherà 15 euro per la tribuna centrale, 10 per il parterre e 5 per la curva. E sarà importante conservare il biglietto di questa partita, perché poi presentandolo al momento di aderire alla prossima campagna abbonamenti, potrà avere uno sconto sull’abbonamento”. L’arbitro A dirigere questa partita è stato chiamato Matteo Marcenaro di Genova, che sta chiudendo la sua terza stagione in Can D, con 51 partite fin qui dirette, tra cui quella del 25 settembre scorso Gavorrano-Jolly e Montemurlo, terminata 2-2. Con lui in terna Torresan di Bassano del Grappa e Savalla di Padova, ovvero gli stessi assistenti della partita di Fermo.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, gli ultimi aggiornamenti: nessun caso in Romagna, 17 in Emilia

  • Tutta la comunità di Classe in lutto: dopo una lunga malattia è morto Andrea Panzavolta

  • Cause, sintomi e rimedi per l'anoressia sessuale

  • Coronavirus, ufficiale: asili nido, scuole, università e manifestazioni sospesi fino al 1° marzo in Emilia-Romagna

  • Scossa di terremoto nel pomeriggio di domenica, il sisma avvertito distintamente nel ravennate

  • Schianto tra camion e furgone all'incrocio: operaio grave in ospedale

Torna su
RavennaToday è in caricamento