Quaranta minuti di battaglia: Ravenna fa suo il derby contro Ferrara

Ravenna, in difficoltà nella prima frazione, ha avuto il merito di ricompattarsi e conquistare un preziosi successo con l’apporto davvero di tutti

Foto di Massimo Argnani

Al termine di 40 minuti di autentica battaglia l’OraSì supera la Bondi Ferrara (71-67) e torna al successo al termine del girone di andata, chiuso a questo punto in media inglese. Ravenna, in difficoltà nella prima frazione, ha avuto il merito di ricompattarsi e conquistare un preziosi successo con l’apporto davvero di tutti, con una menzione speciale però per il gladiatore Cardillo e il baby Jurkatamm nel momento-chiave, mentre l’esperienza di Gandini è stata decisiva nel finale.

La partita

Aprono le ostilità 4 punti di Smith, risponde dall’altra parte Swann ed è subito testa a testa (12-13 all’8’) . Ferrara trova più soluzioni offensive a cavallo dei due quarti e prova la fuga (15-23), rafforzando la sua posizione con una tripla di Liberati (17-28), la sesta su otto tentativi della Bondi nei primi 13’. Ravenna va in confusione e ne approfittano gli ospiti (19-32 al 15’), però 5 punti consecutivi di Montano riavvicinano l’OraSì. Smith e Laganà accorciano ancora fino al meno 5 all’intervallo lungo. Alta tensione nel terzo quarto, l’OraSì lotta su ogni palla ma non sempre trova la soluzione migliore in attacco, Ferrara però perde lucidità e anche tanti palloni. La tripla di Smith dopo un rimbalzo di Gandini riporta allora Ravenna a contatto (44-45), segna Fantoni poi altra tripla di Adam per il pari sulla terza sirena.

Si riparte con due triple di Jurkatamm che spaccano il match (53-47), gioco da tre di De Zardo, tripla di Montano per fiaccare una Bondi che sembrerebbe ormai allo stremo (58-50) ma capace di reagire con Fantoni prima di un’altra prodezza di Jurkatamm. Errori da entrambe le parti nel finale ancora combattutissimo. Liberi di Swann (64-62), uno su due per Cardillo sempre dalla lunetta poi prodezza di Gandini che ruba palla e manda ancora Cardillo a canestro (67-62). Non si arrende la Bondi che gioca da tre con Panni (68-65), sbaglia Ravenna, fallo ’obbligato’ su Panni (68-67) a nove secondi dalla fine.  Fallo su Smith che fa uno su due (69-67), Cardillo e Gandini rubano palla, il secondo in lunetta non sbaglia (71-67), esultanza al De Andrè.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    L'orco in casa: trascina la compagna in strada e la getta nel fosso tra fango e acqua gelida

  • Economia

    Fermare l'emendamento "blocca trivelle": "A rischio migliaia di posti di lavoro"

  • Cronaca

    Fermato senza cintura sull'auto appena rubata: si dà alla fuga per i campi

  • Cronaca

    Posata la prima pietra della 'Rosa dei Venti': ospiterà oltre 150 anziani

I più letti della settimana

  • Forte terremoto, epicentro a Ravenna. Chiudono nidi, scuole e università

  • L'Ingv: "L'area colpita dal terremoto è ad alta pericolosità sismica"

  • Terremoto, vertice in Prefettura. L'Ingv: "A Ravenna sono possibili scosse fino a magnitudo 6"

  • La terra trema ancora: nuova scossa di terremoto a Ravenna

  • "Ero obeso e triste, viaggiare mi ha salvato. Ho scelto di essere felice, ma mi mancano i cappelletti..."

  • Gli sposi non si presentano al loro matrimonio: l'assessore svela il "mistero"

Torna su
RavennaToday è in caricamento