Durante il Giro d'Italia spuntano gli striscioni dei pendolari: "Ridateci i nostri treni"

Non si ferma la protesta dei pendolari di Godo dopo la soppressione, da parte di Trenitalia, di alcuni treni che collegavano la frazione a Bologna, Lugo, Imola e altre città

Non si ferma la protesta dei pendolari di Godo dopo la soppressione, da parte di Trenitalia, di alcuni treni che collegavano la frazione a Bologna,, Imola e altre città, cosa che ha costretto diversi lavoratori-viaggiatori a riprogrammare gli spostamenti non senza disagi. Dopo il flash mob alla stazione di Lugo di sabato 11 maggio, martedì durante il passaggio delle bici del Giro d'Italia i pendolari hanno esposto alcuni striscioni per chiedere di "ridare i treni a Godo". "Approfottiamo del passaggio del Giro d'Italia da Godo per ricordare all'assessore regionale ai trasporti Raffaele Donini e a Trenitalia che noi continuiamo e continueremo a farci sentire!", spiega il gruppo di pendolari.

protesta-pendolari-2

protesta-pendolari2-2

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Ravenna usa la nostra Partner App gratuita !

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vanno dal meccanico dopo l'incidente e ne fanno un altro: curiosa "scia" di sinistri

  • Soci, clienti e lavoratori: apre a Ravenna il primo supermercato autogestito della Romagna

  • La crema antirughe dell'azienda di Cotignola vince il premio 'Bio Awards'

  • Elisa, Alessandra Amoroso, Guccini e Tiromancino: ospiti di lusso per "Imaginaction"

  • Agricoltori in ginocchio: "Crisi senza precedenti, le aziende gettano la spugna"

  • Picco di enterococchi in mare: scatta il divieto di balneazione

Torna su
RavennaToday è in caricamento