L'ultimo saluto a Roberto, ucciso da una valanga: la data dei funerali

Sono stati fissati i funerali del 28enne faentino Roberto Bucci, lo scialpinista morto sabato 7 aprile dopo essere stato travolto da una valanga a Pila, in Valle D'Aosta

Dopo il rilascio da parte del Pubblico ministero della procura di Aosta del nullaosta per i funerali dei due scialpinisti morti sabato 7 aprile dopo essere stati travolti da una valanga a Pila, sono stati fissati per giovedì 12 aprile i funerali del 28enne faentino Roberto Bucci, molto conosciuto a Faenza dove lavorava nella palestra Fit&Joy e dove suonava la chiarina insieme ai Musicanti di San Crispino e durante il Palio del Niballo con gli amici di Borgo Durbecco. Amici e parenti potranno dare l'ultimo saluto a Roberto alle 15 nella parrocchia di Santa Maria in Basiago, da dove poi partirà il corteo funebre fino al cimitero faentino. La palestra in cui Roberto lavorava come trainer, che resterà chiusa per tutta la giornata dei funerali, ha dato il via a una raccolta di offerte dedicate a Roberto che verranno consegnate all'associazione faentina 'Insieme a te', che aiuta invalidi e malati di Sla.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Eravamo una famiglia, la tua assenza è impensabile": il dolore degli amici dello scialpinista scomparso

Le indagini

Sarebbero sei gli indagati dalla procura di Aosta per la morte dei due scialpinisti. Si tratterebbe del responsabile del corso e dei cinque istruttori dei 12 allievi della scuola Cai 'Pietramora' (delle sezioni di Cesena, Faenza, Forlì, Imola, Ravenna e Rimini) che aveva organizzato l'escursione didattica di sabato. Il soccorso alpino della Guardia di finanza di Entrèves lunedì avrebbe consegnato la relazione in procura, che avrebbe così aperto un'inchiesta per disastro e omicidio plurimo colposi. Tra i sei indagati ci sarebbero anche due sopravvissuti travolti dalla slavina, un riminese e un imolese, istruttori sezionali del Cai. Uno di loro è stato salvato in extremis dai soccorritori, che lo hanno rianimato. Tra di loro anche due snowboarder, che procedevano in salita con le ciaspole, tra i quali la vittima faentina. Oltre ai due feriti e ai due morti, anche altre due o tre persone sarebbero state coinvolte parzialmente dal distacco nevoso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Un ravennate in Nuova Zelanda: "Guardavano noi italiani con diffidenza, ora il panico è arrivato anche qua"

  • A pochi giorni di distanza il Coronavirus porta via marito e moglie

  • Schianto fatale all'incrocio con un camion: perde la vita un 78enne

  • Schianto all'incrocio con un camion: anziano in ospedale in condizioni gravissime

  • Inquinamento alle stelle, valori record in tutta la Romagna: la spiegazione di Arpae

  • Terrore in strada: spoglia una donna e la palpeggia, minore denunciato per violenza sessuale

Torna su
RavennaToday è in caricamento