Da 50 anni in vacanza a Casal Borsetti, lo sfogo di un turista: "Il lido sta scivolando nel degrado"

Anche se gli anni avanzano e l'82enne ormai si accontenta della tranquillità, ricorda i tempi in cui il paese era un brulicare di attività commerciali

Francesco Vezzelli è un turista 82enne "fedelissimo", che da oltre 50 anni d'estate lascia l'azienda vinicola di cui è proprietario nel modenese per trascorrere le vacanze a Casal Borsetti insieme alla moglie, i figli e i nipotini. Ma Francesco, ormai "cittadino onorario" della località balneare, ha deciso di sfogarsi per esprimere le sue preoccupazioni. "Sono arrabbiato per il lento e costante degrado verso il quale questo lido sta inesorabilmente scivolando - spiega il turista - Casal Borsetti, infatti, ha decisamente visto giorni migliori: l’opera che avrebbe dovuto risollevare l’economia locale, il porticciolo turistico, giace in un limbo dal quale al momento non sembra aver modo di uscire, causando il malcontento sia degli abitanti sia di coloro che come me vengono qui durante la bella stagione".

Per anni Francesco ha affittato un appartamentino per l'estate insieme a un gruppo di amici; poi, circa 20 anni fa, ha acquistato il primo appartamento per la famiglia, e quando si è "allargata" ne ha acquistato un secondo, dimostrando un amore quasi viscerale per il lido. Anche se gli anni avanzano e l'82enne ormai si accontenta della tranquillità, ricorda i tempi in cui il paese era un brulicare di attività commerciali. "C’era ancora la festa dell’Unità, due balere, due cinema, un camping il cui ingresso era direttamente in paese. Non si riusciva a girare in macchina a causa della mole di persone che si riversava sulle strade. Una cosa che proprio non riesco a digerire sono le condizioni di degrado e abbandono in cui versa la polisportiva, che un tempo era dotata di minigolf (ora campo da calcetto), campi da bocce (eliminati), velodromo per il pattinaggio, campo da calcio regolamentare, due campi da tennis in terra rossa, bar e spogliatoi. Ora il centro non è più aperto al pubblico a causa dell’assenza di un gestore che la mantenga aperta facendone un lavoro, nonostante siano presenti un presidente e diversi volontari che danno una mano. Ovviamente anche il porticciolo turistico a oggi resta oggetto di discussione e malcontento per quello che avrebbe potuto essere, anzi, che potrebbe ancora essere, ma che a tutti gli effetti ancora non riesce a essere, indipendentemente da chi ne abbia colpa. Altri elementi da migliorare sarebbero la cura del verde, dell’arredo urbano, ma anche la situazione di strade e marciapiedi".

LE NOTIZIE DI OGGI

Da 50 anni in vacanza a Casal Borsetti, lo sfogo di un turista: "Il lido sta scivolando nel degrado"
Nel video ripreso dal drone il fumo dell'incendio in cava che si propaga fino ai lidi
La cava brucia da 5 giorni, Arpae analizza l'aria: niente diossine, ma valori anomali di "Ipa"
La marcia di Valentino: 400 chilometri fino ad Assisi per il figlio autistico
Salvata dall'ipotermia, dopo le cure la tartaruga Coco può tornare a nuotare in mare aperto
Ricercato trovato in zona Giardini Speyer aggredisce e minaccia gli agenti

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Fai l'abbonamento e mangi quante volte vuoi: apre a Ravenna un 'ristorante popolare', e cerca personale

  • Spaccata all'Unieuro: suv ariete per abbattere la saracinesca, razzia di pc e smartphone

  • La Finanza scopre un giro di fatture false per quasi un milione: maxi sequestro

  • Black Friday, gli sconti da non perdere in negozio e online

  • Maltempo senza tregua, fiumi e canali osservati speciali. E sul litorale una domenica critica

  • Qualità della vita, criminalità altissima a Ravenna: peggio di lei solo Milano, Rimini e Trieste

Torna su
RavennaToday è in caricamento