Alle piattaforme Eni tra cozze e tartarughe: ritornano in mare Happy e Rucola - VIDEO

Nell’ambito della valorizzazione della cozza, Eni ha organizzato una visita guidata alla piattaforma "Porto Corsini Mare Ovest-C”, che ha consentito di vedere da vicino le piattaforme di Eni, tra i cui piloni cresce liberamente la cozza selvaggia

Nell’ambito della valorizzazione della cozza, Eni ha organizzato una visita guidata alla piattaforma "Porto Corsini Mare Ovest-C”, che ha consentito di vedere da vicino le piattaforme di Eni, tra i cui piloni cresce liberamente la cozza selvaggia. Le architetture sommerse delle piattaforme, infatti, sono veri e propri atolli artificiali, ampie aree protette dove la pesca non è consentita e dove prorompe la biodiversità, con i pescatori delle cooperative di piccola e media pesca “La Romagnola” e il “Nuovo Conisub” impegnati nella raccolta a mano. La “Porto Corsini Mare Ovest-C” è anche la piattaforma che è stata destinata da Eni al progetto di inienzione della Co2 delle industrie energivore nei giacimenti depletati.

Al largo di Marina, dove si celebra il matrimonio tra cozza selvaggia e piattaforme. Un habitat ideale anche per le tartarughe

Video popolari

RavennaToday è in caricamento