Dalla scuderia Bronson Recordings i Clever Square live all'Hana-Bi

Direttamente dalla scuderia Bronson Recordings, i Clever Square sabato 12 settembre tornano sotto la tettoia dell’Hana-Bi. “Clever Square”, il nuovo album, inaugura un capitolo del tutto nuovo con brani risalenti al periodo che va dal 2015 al 2017, a eccezione di un paio di episodi più datati. Lo stile è legato a doppio filo all’intramontabile indie rock americano, contrassegnato da estetica slacker ed esploso a cavallo degli anni 80/90, rendendo omaggio a una leggendaria generazione di outsider come Neutral Milk Hotel, Guided By Voices, Dinosaur Jr., Lemonheads, Pavement e Sebadoh, finendo per trovarsi in sintonia con nomi più attuali come Courtney Barnett, Car Seat Headrest o Kurt Vile. Durante l'evento verranno rispettati tutti i protocolli di sicurezza dettati dall'emergenza Covid.

Quando, un anno fa, i Clever Square tornarono con nuovo disco omonimo uscito per Bronson Recordings, fu una bella sorpresa: dieci canzoni che rendono omaggio a una leggendaria generazione di outsider come Neutral Milk Hotel, Guided By Voices, Dinosaur Jr., Lemonheads, Pavement e Sebadoh. Il titolo del disco, omonimo, è un indizio di ripartenza, anzi una dichiarazione di riconquista. Quella della musica, di cui Giacomo D’Attorre – voce, chitarre e, in pratica, deus ex machina della ragione sociale Clever Square – si è riappropriato appieno dopo lo scioglimento del gruppo nel 2015. “Clever Square” è il terzo album ufficiale dei Clever Square, senza contare i primi due album autoprodotti e i sei EP che ne completano la produzione.

Dalla nascita della band, avvenuta in un garage di Ravenna durante l’estate del 2005, e dall’originario approccio lo-fi, il punto di svolta è stato infatti rappresentato dai più elaborati “Natural Herbal Pills” e “Nude Cavalcade”, pubblicati rispettivamente nel 2013 e 2015 da Flying Kids Records. “Clever Square” inaugura però un capitolo del tutto nuovo, con brani risalenti al periodo che va dal 2015 al 2017, a eccezione di un paio di episodi più datati. Per Giacomo è cambiato anche il metodo di scrittura: "Compongo in prevalenza come ‘sfogo’, per inevitabile urgenza comunicativa, ma ultimamente ho acquisito una maggiore consapevolezza. Abbiamo iniziato a incidere nel gennaio 2018: il processo, però, è stato lento e travagliato perché avevo bisogno di ritrovare la fiducia e la forza, appunto, di riprendere un discorso rimasto in sospeso, di espormi dopo la rottura della band e le conseguenti aspettative deluse. In fondo, si tratta di abbracciare serenamente le proprie fragilità. I nuovi pezzi sono frutto della crisi e dei motivi per cui, nonostante tutto, vale la pena uscire dalla stanza e mostrarsi agli altri".

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Concerti, potrebbe interessarti

I più visti

  • “L’ora che volge il disìo”: lettura perpetua della Divina Commedia

    • Gratis
    • dal 14 settembre 2020 al 31 marzo 2021
  • Incontro a Dante: tanti tour in centro per omaggiare il Sommo Poeta

    • dal 9 gennaio al 28 febbraio 2021
  • Arte, talento e innovazione. Il Mic celebra Alfonso Leoni, il genio ribelle

    • dal 1 ottobre 2020 al 19 gennaio 2021
    • MIC - Museo Internazionale della Ceramica in Faenza
  • In mostra i "Sogni nel cassetto" di Laura Pagliai

    • Gratis
    • dal 8 gennaio al 28 febbraio 2021
    • Bottega Matteotti
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    RavennaToday è in caricamento