Il violoncello di Mauro Valli viaggia tra Bach e Gabrielli

La ricerca storico-musicologica è una delle attività che molti musicisti portano avanti lontano dai riflettori e dal palcoscenico, ma che merita spazio e attenzione per l’importanza che riveste per l’evoluzione della prassi interpretativa e quindi del gusto del pubblico. Quello spazio e quell’attenzione che Ravenna Festival riserva per esempio a una singolare figura di solista e studioso che è Mauro Valli, “violoncellista e vinicoltore” come ama definirsi, protagonista giovedì 4 luglio alle 21.30 al Chiostro della Biblioteca Classense, di una serata intitolata Bach il grande, Gabrielli il primo, che indaga le possibili connessioni tra la scrittura per violoncello solo del compositore bolognese seicentesco Domenico Gabrielli e quella nientemeno che di Johann Sebastian Bach.

Biglietti posto unico non numerato: 22 Euro (ridotto 20)
I giovani al festival: fino a 14 anni, 5 euro; da 14 a 18 anni e universitari (under 30), 50% tariffe ridotte.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Concerti, potrebbe interessarti

  • Dai Mamiffer ai Deafkids, la musica arriva online con i live di "Transmissions Waves"

    • Gratis
    • dal 12 al 14 marzo 2021
    • online

I più visti

  • “L’ora che volge il disìo”: lettura perpetua della Divina Commedia

    • Gratis
    • dal 14 settembre 2020 al 31 marzo 2021
  • Un trekking dei sapori sui colli romagnoli: un itinerario con soste gourmet

    • dal 6 al 28 febbraio 2021
    • ritrovo all’agriturismo La Sabbiona - Oriolo dei Fichi
  • Incontro a Dante: tanti tour in centro per omaggiare il Sommo Poeta

    • dal 9 gennaio al 28 febbraio 2021
  • “Il filo che non vedo”, la figura di Tiziano Terzani raccontata dagli scatti di Alfredo Lando

    • Gratis
    • dal 13 al 28 febbraio 2021
    • spazio espositivo dell'Ufficio decentrato di via Berlinguer
  • Potrebbe interessarti
    Torna su
    RavennaToday è in caricamento