In mostra le "Ceramiche sonore" di Gianfranco Budini

Sabato 23 febbraio alle ore 18.00, nella Chiesa di Santa Maria della Misericordia, in via Emilia interna 86/A, a Castel Bolognese, sarà inaugurata la mostra "Ceramiche sonore" del ceramista castellano Gianfranco Budini. 

L'interesse di Budini per i fischietti nasce intorno alle metà degli anni '70, quando insegnava a Reggio Calabria. E’ solo al suo rientro in Romagna, un decennio abbondante più tardi, che questo ricordo di ceramiche sonore prende forma materiale e diventa per Budini - docente all’Istituto d’arte per la ceramica di Faenza - una ricerca costante e approfondita.
Una ricerca sfociata in una ricca produzione che nel corso degli anni ha visto l’impiego di tecniche diverse (raku, terracotta, maiolica), per rappresentare soggetti vari: sirene, pesci, creature marine di varia natura, uccelli, tartarughe e poi personaggi derivati da memorie letterarie o di fantasia, come don Chisciotte, Pulcinella, Pinocchio. 
Grande importanza riveste il tema della memoria e dei giochi dell’infanzia. Si tratta di una mostra certamente originale e intrigante. 
Del resto, il messaggio artistico della ceramica sonora si sta facendo sempre più consistente. I fischietti ai quali un tempo si conferiva scarso valore si sono trasformati: più fischietti di artisti che di artigiani, più multipli d’autore che fischietti di serie. 
Gianfranco Budini ha partecipato a numerosi concorsi e mostre di livello internazionale, in Italia e all’estero, ottenendo diversi premi e riconoscimenti. 
All’inaugurazione di sabato prossimo, durante la quale verrà anche presentato il catalogo della mostra, interverranno Maria Grazia Morganti, il sindaco di Castel Bolognese Daniele Meluzzi e l'assessore alla cultura Giovanni Morini. 

La mostra, resta aperta fino a lunedì 4 marzo nei seguenti orari: i giorni feriali dalle 17.00 alle 19.30; il sabato e la domenica dalle 10.00 alle 12.00 e dalle 17.00 alle 19.30. 

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Mostre, potrebbe interessarti

  • “Il filo che non vedo”, la figura di Tiziano Terzani raccontata dagli scatti di Alfredo Lando

    • Gratis
    • dal 13 al 28 febbraio 2021
    • spazio espositivo dell'Ufficio decentrato di via Berlinguer
  • In mostra i "Sogni nel cassetto" di Laura Pagliai

    • Gratis
    • dal 8 gennaio al 28 febbraio 2021
    • Bottega Matteotti
  • "Inclusa est flamma" e "Figure per Gianni Rodari", due mostre alla Classense

    • Gratis
    • dal 4 febbraio al 17 luglio 2021
    • Biblioteca Classense

I più visti

  • “L’ora che volge il disìo”: lettura perpetua della Divina Commedia

    • Gratis
    • dal 14 settembre 2020 al 31 marzo 2021
  • Un trekking dei sapori sui colli romagnoli: un itinerario con soste gourmet

    • dal 6 al 28 febbraio 2021
    • ritrovo all’agriturismo La Sabbiona - Oriolo dei Fichi
  • Incontro a Dante: tanti tour in centro per omaggiare il Sommo Poeta

    • dal 9 gennaio al 28 febbraio 2021
  • “Il filo che non vedo”, la figura di Tiziano Terzani raccontata dagli scatti di Alfredo Lando

    • Gratis
    • dal 13 al 28 febbraio 2021
    • spazio espositivo dell'Ufficio decentrato di via Berlinguer
  • Potrebbe interessarti
    Torna su
    RavennaToday è in caricamento