"Nell’ora grave che volge", Alfonsine ripercorre gli anni della Grande Guerra

Inaugura domenica 4 novembre alle 17 la mostra “Nell’ora grave che volge… Alfonsine nella Grande guerra”, allestita nella galleria del Museo della battaglia del Senio, in piazza Resistenza, ad Alfonsine.

La mostra offre uno spaccato degli anni della Grande guerra ad Alfonsine, attraverso i documenti conservati presso l’Archivio storico comunale e a materiali e cimeli provenienti dalle collazioni private dei membri del circolo filatelico "Vincenzo Monti" di Alfonsine, del circolo filatelico e numismatico "Dante Alighieri" di Ravenna e dell'Istituto Storico della Resistenza di Ravenna.

I fatti della Settimana rossa, seguiti immediatamente dai preparativi per la mobilitazione e le disposizioni per fronteggiare il pericolo bellico, introducono nel percorso espositivo. Quest’ultimo si snoda poi attraverso l’operato dell’Amministrazione comunale e del locale Comitato di assistenza civile per le famiglie degli alfonsinesi al fronte, fino alla solenne cerimonia del giugno 1918 per la consegna delle Medaglie al Valore ai caduti. Chiudono la mostra una serie di documenti sull’impegno del Comune per mantenere viva la memoria dei propri concittadini caduti, attraverso la realizzazione di un ricordo marmoreo e l’erezione di un Parco della Rimembranza. Una menzione a parte spetta alle cartoline, esposte in collaborazione con il circolo filatelico “Vincenzo Monti” e il circolo filatelico e numismatico “Dante Alighieri”, che furono il mezzo principale per lo scambio di notizie tra i soldati e le loro famiglie, ma al contempo, anche un importante veicolo di propaganda, grazie all’immediatezza delle immagini comprensibili pure a chi non padroneggiava la parola scritta. Arricchisce inoltre l’esposizione una piccola selezione di medaglie e cimeli della Grande guerra, proveniente dalle collezioni del Museo della battaglia del Senio e dell’Istituto storico della resistenza.

All’inaugurazione saranno presenti il responsabile del Servizio biblioteche, archivi, musei e beni culturali dell’Ibc della Regione Emilia-Romagna Claudio Leombroni, Brunella Argelli del settore Archivi dell’Ibc della Regione Emilia-Romagna e la direttrice del settore Archivi della cooperativa “Le pagine” di Ferrara Patrizia Luciani.

L’esposizione sarà visitabile fino al 2 dicembre tutti i giorni dalle 9 alle 12 e dalle 15 alle 18, martedì e giovedì pomeriggio sono riservati alle visite delle scolaresche. Per ulteriori informazioni contattare il numero 0544 866675.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Mostre, potrebbe interessarti

  • “Il filo che non vedo”, la figura di Tiziano Terzani raccontata dagli scatti di Alfredo Lando

    • Gratis
    • dal 13 al 28 febbraio 2021
    • spazio espositivo dell'Ufficio decentrato di via Berlinguer
  • In mostra i "Sogni nel cassetto" di Laura Pagliai

    • Gratis
    • dal 8 gennaio al 28 febbraio 2021
    • Bottega Matteotti
  • "Inclusa est flamma" e "Figure per Gianni Rodari", due mostre alla Classense

    • Gratis
    • dal 4 febbraio al 17 luglio 2021
    • Biblioteca Classense

I più visti

  • “L’ora che volge il disìo”: lettura perpetua della Divina Commedia

    • Gratis
    • dal 14 settembre 2020 al 31 marzo 2021
  • Un trekking dei sapori sui colli romagnoli: un itinerario con soste gourmet

    • dal 6 al 28 febbraio 2021
    • ritrovo all’agriturismo La Sabbiona - Oriolo dei Fichi
  • Incontro a Dante: tanti tour in centro per omaggiare il Sommo Poeta

    • dal 9 gennaio al 28 febbraio 2021
  • “Il filo che non vedo”, la figura di Tiziano Terzani raccontata dagli scatti di Alfredo Lando

    • Gratis
    • dal 13 al 28 febbraio 2021
    • spazio espositivo dell'Ufficio decentrato di via Berlinguer
  • Potrebbe interessarti
    Torna su
    RavennaToday è in caricamento