Premio Faenza Talks: nuovo appuntamento con gli artisti

  • Dove
    online
    Indirizzo non disponibile
    Faenza
  • Quando
    Dal 21/01/2021 al 21/01/2021
    16.00
  • Prezzo
    Gratis
  • Altre Informazioni

Continuano ogni giovedì fino al 18 marzo 2021 (ore 16), i “61° Premio Faenza Talks”: una serie di presentazioni in diretta sui canali social Facebook e Youtube del MIC di Faenza degli artisti selezionati al Concorso Internazionale della Ceramica d'arte Contemporanea – 61° Premio Faenza. Giovedì 21 gennaio, alle 16, Irene Biolchini (guest curator MIC Faenza) incontra Victor Agius, Frank Louis, Ekaterina Panikanova, T-yong Chung.

Le opere di Agius (Gozo-Malta 1982) hanno un'intima connessione con la terra. Nei suoi lavori la presenta nella forma più pura con un approccio archeologico. Le sue opere trattano del rapporto dell'uomo con la terra e il suo consumo per ragioni spirituali, ritualistiche e quotidiane. Al 61 ° Premio Faenza è stato selezionato per "Earth Rituals" in cui sculture in ceramica organica e informe emergono da un assemblaggio circolare di terrarossa rosso ocra. La cruda materialità dell'argilla - il prodotto del tempo geologico - si confronta con i mattoni di cemento: simboli di un mondo moderno, mostrando la nostra fragile esistenza nell'Antropocene.

Frank Louis (Germania, 1966) ama lavorare con l'argilla perché è facilmente malleabile e può essere trasformata in quasi tutte le forme e non limita l'immaginazione. Per Louis il colore e lo smalto sono come la materia: altrettanto espressivi quanto la forma stessa. Al 61 ° Premio Faenza è stato selezionato per "Plummet" (2019) un’opera che mira alla provocazione di emozioni contrastanti attraverso gli oggetti che rappresenta.

Ekaterina Panikanova (San Pietroburgo, 1975) vive e lavora a Roma. Il punto focale della sua ricerca parte da una profonda riflessione psicologica, gli archetipi e il ricordo, materiali a cui attinge costantemente. Attraverso l'impiego di diversi media – tra gli altri, pittura ad olio, ceramica, disegno ad inchiostro – Panikanova formalizza un insieme di opere percepite come dispositivi sensibili e aperti, che stimolano a una lettura personale derivata dalla memoria sia individuale che collettiva. Al 61° Premio Faenza è stata selezionata per “Attraversando il mio giardino” (2019) una repertorio di ricordi dell'infanzia dell'artista dove cultura e natura si fondono perfettamente.

T-yong Chung (Tae-gu, South Korea, 1977) vive in Italia. La sua percezione ed esperienza personale dell'Italia è quella di un atlante culturale, iconografico e umanistico da cui trae spunti e pensieri di ispirazione. Nel 2016 ha partecipato all'ACAW, Field Meeting, al Solomon R. Guggenheim Museum e all'Asia Society, New York e al Gangjeong Contemporary Art Festival, The ARC, Tae-gu (Corea del Sud). Ha inoltre partecipato a varie residenze e workshop in Italia, anche al Museo Carlo Zauli di Faenza.

Al 61° Premio Faenza è stato selezionato per “People around the column” (2019). Le colonne sono create al tornio.  Sopra ogni colonna è stato posto un busto di un personaggio proveniente da epoche diverse. Per T-yong il lavoro al tornio è un'azione che proviene da un tempo antico, è un agire trasversale che tocca tempi e luoghi diversi.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Incontri, potrebbe interessarti

  • “L’ora che volge il disìo”: lettura perpetua della Divina Commedia

    • Gratis
    • dal 14 settembre 2020 al 31 marzo 2021
  • "Mama’s Room": Giuseppe Bellosi legge i versi di Raffaello Baldini

    • solo oggi
    • Gratis
    • 28 febbraio 2021
    • online
  • Antigone tra mito e letteratura, una conferenza con Catia Pantoli

    • Gratis
    • 2 marzo 2021
    • online

I più visti

  • “L’ora che volge il disìo”: lettura perpetua della Divina Commedia

    • Gratis
    • dal 14 settembre 2020 al 31 marzo 2021
  • Un trekking dei sapori sui colli romagnoli: un itinerario con soste gourmet

    • dal 6 al 28 febbraio 2021
    • ritrovo all’agriturismo La Sabbiona - Oriolo dei Fichi
  • Incontro a Dante: tanti tour in centro per omaggiare il Sommo Poeta

    • dal 9 gennaio al 28 febbraio 2021
  • “Il filo che non vedo”, la figura di Tiziano Terzani raccontata dagli scatti di Alfredo Lando

    • Gratis
    • dal 13 al 28 febbraio 2021
    • spazio espositivo dell'Ufficio decentrato di via Berlinguer
  • Potrebbe interessarti
    Torna su
    RavennaToday è in caricamento