"Il tempo delle donne" in mostra a Casa Rossini

Da sabato 8 marzo Casa Rossini ospiterà una selezione di 65 scatti del primo concorso fotografico nazionale “Il tempo delle donne”. L’inaugurazione della mostra, che sarà alle 16 proprio nella Giornata internazionale dedicata alla donna, sarà occasione anche per premiare i vincitori del concorso, alla presenza di Linda Errani, sindaco referente per le Pari opportunità dell’Unione dei Comuni della Bassa Romagna e della Consigliera di parità della Provincia di Ravenna, Fato Luwanga Nuru.

Pur trattandosi della prima edizione, la partecipazione è stata decisamente buona, nelle due categorie junior e senior, con 99 autori provenienti da diverse regioni del centro nord; da segnalare una nutrita presenza femminile, specialmente tra i giovani, dove si è distinto anche un lughese; i vincitori saranno comunicati direttamente l'8 marzo in occasione della premiazione.

Complessivamente, la giuria ha dovuto valutare circa 300 foto, tutte di buon livello tecnico e interpretativo, tra le quali è stato davvero difficile scegliere le vincitrici per ciascuna categoria e selezionare le 65 che saranno esposte a Casa Rossini. La giuria ha apprezzato molto l'impegno dei giovani autori, che hanno messo in campo idee e progetti sul tema proposto, affrontato con originalità e competenza. Per la categoria “Senior” la selezione delle opere da ammettere alla mostra è stata molto impegnativa, trattandosi per la maggior parte di opere di alto livello, e particolarmente centrate sull'interpretazione del tema.

“Novantanove partecipanti e trecento foto per un concorso alla sua prima edizione sono numeri indicativi di un successo – ha dichiarato Linda Errani -. Il titolo del concorso ‘Il tempo delle donne’ richiama e ripone al centro quel percorso voluto e combattuto dalle donne che ancora inciampa in pregiudizi e luoghi comuni che bloccano la parità di genere e la crescita della comunità. Questo concorso, pertanto, invita prima gli autori e ora il pubblico a riflettere su ciò”.

Il titolo del concorso, ‘Il tempo delle donne’, richiama e pone l’accento su quelle rivoluzioni non mancate, ma sospese, senza un vero punto di arrivo e una propria continuità: una di queste è la rivoluzione culturale, che fa comprendere l’essere femminile nella sua interezza. “La qualità e la quantità del materiale fotografico ricevuto è motivo di grande soddisfazione per gli organizzatori e gli enti patrocinanti - ha dichiarato il presidente di Artemide Mirella Dalfiume -, e ringraziamo per la loro disponibilità i componenti della giuria: Fato Luwanga Nuru, consigliera di parità della provincia di Ravenna, i fotografi Marina Guerra e Omero Rossi, e Donatella Guerrini dell’associazione Artemide.

Un particolare ringraziamento va ai soggetti che con il loro contributo hanno reso possibile questo evento: le aziende Renato Lusa di Massa Lombarda, Ottica Marangoni di Lugo, il Consorzio Edil Lamone e la Vecchia Bottega del lattoniere sul Lamone di Villanova di Bagnacavallo, e il gruppo consiliare PD della Provincia di Ravenna”. Visto il buon successo di questa prima edizione, è intenzione dell’associazione Artemide riproporre il concorso anche nel 2015, auspicando anche in futuro nuove collaborazioni e sponsor, naturalmente sempre ben accetti.

La mostra resterà aperta fino a sabato 15 marzo, tutti i giorni dalle 16 alle 19 e poi si sposterà a Ravenna presso il Palazzo della Provincia, in piazza Caduti, dal 20 al 30 marzo. Casa Rossini è in via Giacomo Rocca 14. Il concorso “Il tempo delle donne” è organizzato dall’associazione Artemide - Donne della Bassa Romagna, in collaborazione con il Foto Club Controluce di Alfonsine e con il Patrocinio dell’Unione dei Comuni della Bassa Romagna e della Consigliera di Parità della Provincia di Ravenna.

Tra i prossimi appuntamenti di Artemide, inoltre, due nuove repliche di “Stra-ordinarie, voci e storie di donne”. Dopo le rappresentazioni del novembre 2012 a Massa Lombarda alla sala del Carmine e del novembre 2013 al teatro Binario di Cotignola, Artemide ripropone nella Bassa Romagna lo spettacolo venerdì 7 marzo al circolo Casablanca di Villanova di Bagnacavallo e sabato 8 marzo alla sala del Carmine in via Garibaldi 16 a Lugo.  La pièce presenta profili e storie di donne dal destino straordinario attraverso una sorta di autobiografia a più voci.

Artemide le porta in scena, facendo rivivere con brevi narrazioni, le loro ragioni, i loro sentimenti, le scelte, gli ideali; ogni presentazione è seguita da una canzone coerente con il testo recitato. Così, donne ordinarie fanno qualcosa di straordinario: sconfinando nel mondo artistico con straordinaria leggerezza rendono possibili dimensioni e osmosi altrimenti impensabili tra l’eterno femminino e l’intera umanità. Per ulteriori informazioni, consultare il sito internet www.labassaromagna.it, oppure inviare una email a iltempodelledonne@virgilio.it.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Mostre, potrebbe interessarti

  • Mosaici di Lego: gli 800mila mattoncini di Riccardo Zangelmi in "Forever young"

    • dal 5 ottobre 2019 al 12 gennaio 2020
    • Mar - Museo d'Arte della città di Ravenna
  • "Il privilegio dell’inquietudine": la grande grafica nella mostra dedicata ad Albrecht Dürer

    • Gratis
    • dal 21 settembre 2019 al 19 gennaio 2020
    • Museo Civico delle Cappuccine
  • Genio e ricerca: in mostra i mosaici di Chuck Close

    • dal 5 ottobre 2019 al 12 gennaio 2020
    • Mar - Museo d'Arte della città di Ravenna

I più visti

  • La notte di Patti Smith: la Sacerdotessa del Rock all'Alighieri

    • 4 dicembre 2019
    • Teatro Alighieri
  • Una serata con Manuel Agnelli: il frontman degli Afterhours in concerto all'Alighieri

    • 26 novembre 2019
    • Teatro Alighieri
  • Niccolò Fabi torna in tour e parte da Ravenna

    • 1 dicembre 2019
    • Teatro Alighieri
  • Mosaici di Lego: gli 800mila mattoncini di Riccardo Zangelmi in "Forever young"

    • dal 5 ottobre 2019 al 12 gennaio 2020
    • Mar - Museo d'Arte della città di Ravenna
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    RavennaToday è in caricamento