rotate-mobile
Venerdì, 19 Aprile 2024

Operazione complessa per far brillare la bomba inesplosa: sarà esposta in un museo - VIDEO

La bomba nel corso delle operazioni di despolettamento ha perso gran parte dell'esplosivo per il liquido pressurizzato iniettato

Si sono concluse intorno alle 18.30 di domenica pomeriggio le operazioni di brillamento della bomba da 500 libbre (circa 226 chili) della seconda guerra mondiale rinvenuta il 21 novembre scorso a Faenza. Complesse le attività di despolettamento da parte degli artificieri dell'ottavo Reggimento Genio Guastatori Paracadutisti Folgore di Legnago.

La bomba - del diametro di 20 centimetri e lunga 100, mod."NK4 General Purpose" di produzione britannica - nel corso delle operazioni di despolettamento ha perso gran parte dell'esplosivo per il liquido pressurizzato iniettato: per le sue caratteristiche storiche è stata portata via dai militari e sarà esposta nel Museo della Folgore.

Alla fine si è deciso di non trasportare piu l'ordigno a Brisighella presso la Cava Soglia ma di farlo brillare direttamente a Faenza in via Prosciutta 2. Una giornata coordinata  in loco dal viceprefetto Pierluca Castelli, con i funzionari Castagnoli e Canella. Dall’inizio del 2024 a oggi sono 18 le bombe ritrovate e alcune già fatte brillare in varie località della provincia.

"Il mio ringraziamento a tutti i 100 operatori che hanno garantito la sicurezza generale - commenta il Prefetto di Ravenna Castrese De Rosa - La protezione civile dell'Unione della Romagna Faentina con Marco Iachetta, il coordinamento provinciale del volontariato con Claudio Mercuriali, i fantastici artificieri del Genio, la Croce Rossa Militare per l'assetto sanitario garantito alle attività del Genio, le forze dell'ordine, vigili del fuoco, polizia locale, 118. Un'organizzazione perfetta conclusasi con le luci della sera ma senza alcun pericolo".

bomba-faenza

Video popolari

Operazione complessa per far brillare la bomba inesplosa: sarà esposta in un museo - VIDEO

RavennaToday è in caricamento