Economia

"Housing sociale: quali prospettive". Se ne parla sabato in un dibattito a Faenza

"Negli ultimi 20 anni Snoopy Casa ha realizzato oltre 130 alloggi di edilizia sociale assegnati in godimento permanente e/o a termine ai propri soci", racconta il presidente di Snoopy Casa Giovanni Dallara

Sabato alle 9 all’hotel Cavallino di Faenza (via Forlivese, 185) si terrà l’assemblea di Snoopy Casa che avrà, tra i punti all’ordine del giorno, l’approfondimento sulle prospettive dell’housing sociale sul nostro territorio e la presentazione dei nuovi interventi che la cooperativa sta realizzando nel comune Faenza. Si tratta di 14 alloggi in via Boschi (adiacenze via Fornarina) di cui 11 in godimento a termine e 3 da assegnare in proprietà e 16 alloggi in via Cimabue (zona La Filanda) di cui 13 in godimento permanente e 3 da assegnare in proprietà.

L’assemblea, aperta a tutti (anche ai non soci della cooperativa) sarà introdotta da Raffaele Gordini, presidente di Confcooperative Ravenna cui seguirà l’intervento del notaio Massimo Gargiulo che illustrerà le modalità dell’assegnazione in godimento a termine con il patto di futura vendita previsto per l’intervento di via Boschi. "Negli ultimi 20 anni Snoopy Casa ha realizzato oltre 130 alloggi di edilizia sociale assegnati in godimento permanente e/o a termine ai propri soci - racconta il presidente di Snoopy Casa Giovanni Dallara -. L’alloggio sociale è costituito dall’insieme di servizi abitativi finalizzati al soddisfacimento delle esigenze primarie della persona e il termine housing sociale, troppe volte erroneamente ricondotto all’edilizia residenziale pubblica (Erp) è entrato a far parte del linguaggio comune dopo la redazione del Piano Nazionale di Edilizia Abitativa - DPCM 16 luglio 2009. Snoopy Casa negli ultimi anni ha operato con continuità in questo settore investendo molte risorse  proprie, spesso senza riscontrare da parte delle istituzioni la disponibilità necessaria per ottenere migliori risultati".

Complice anche la carenza di aree a basso costo: "Negli anni ‘90 con i Peep questi spazi si sono esauriti e non sempre la politica adottata nella realizzazione degli strumenti urbanistici ha permesso quella perequazione necessaria per ottenere aree a basso costo - conclude il presidente di Snoopy Casa -. La crisi economica ha inoltre portato gli istituti di credito a discriminare il settore edilizio facendo venire a mancare le idonee risorse finanziarie per la programmazione di alloggi sociali seppure in presenza di parziali finanziamenti pubblici".
Nel corso dell’evento di sabato (a partire dalle 10.30) è previsto proprio un dibattito pubblico sul tema "Housing sociale: relazioni fra pubblico e privato" al quale parteciperanno anche il senatore Stefano Collina, la consigliera regionale Manuela Rontini, l’assessore alle politiche sociali e alla casa di Faenza Antonio Bandini, il presidente di Federabitazione ER Luca Bracci e il direttore di Confcooperative Ravenna Andrea Pazzi. Possono partecipare all’evento tutti i cittadini, anche se non soci della cooperativa.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Housing sociale: quali prospettive". Se ne parla sabato in un dibattito a Faenza

RavennaToday è in caricamento