Economia Faenza

A Tebano otto nuovi laureati in Viticoltura ed Enologia. C'è anche la cinese Liuying Yang

"Nel ribadire l’importanza per la città di Faenza di avere sul proprio territorio dei corsi universitari – ha detto Malpezzi - sottolineo l’internazionalità ormai raggiunta dal corso triennale in Viticoltura ed Enologia"

Si è svolta venerdì mattina, nella Sala del Consiglio Comunale di Faenza, la discussione delle tesi ed il conferimento delle Lauree in Viticoltura ed Enologia ad otto studenti che hanno frequentato il corso triennale insediato al Polo di Tebano, tramite apposita convenzione stipulata tra il Comune di Faenza e l’Università di Bologna. Alla cerimonia è intervenuto anche il sindaco Giovanni Malpezzi, che ha portato il saluto dell’Amministrazione comunale.

"Nel ribadire l’importanza per la città di Faenza di avere sul proprio territorio dei corsi universitari – ha detto Malpezzi - sottolineo l’internazionalità ormai raggiunta dal corso triennale in Viticoltura ed Enologia, che in questa sessione di laurea ha visto la presenza anche di una ragazza cinese". Il dottor Gianni Carapia, amministratore unico di Terre Naldi, ha aggiunto: "Questo corso qualifica il Polo di Tebano, che stiamo rilanciando anche come immagine, per far capire ai cittadini che in questo sito esistono delle eccellenze nel settore dell’agricoltura. Auguro a tutti i neo laureati di poter entrare al più presto nel mondo del lavoro, grazie al titolo di studio ricevuto".

A dirigere i lavori è stato il professor Claudio Riponi, Coordinatore del Corso di Laurea in Viticoltura ed Enologia dell’Università di Bologna. Gli otto nuovi laureati sono Alessandro Basile di Andria (Bari), Celeste Casavecchia di Ravenna, Francesco Garofali di Ozzano Emilia (Bologna), Giancarlo Nanni di Conselice (Ravenna), Federico Olivi di Imola (Bologna), Marco Paolini di Bologna, Tommaso Russo di Mazara del Vallo (Trapani), Liuying Yang di Wuhan (Cina). La giovane cinese Liuying Yang, accompagnata da un nutrito gruppo di amici connazionali universitari a Bologna, ha detto: "Adesso vorrei restare in Italia per lavorare come commerciale: mi piacerebbe esportare il vostro vino in Cina, dove i mercati sono ancora piuttosto ampi".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A Tebano otto nuovi laureati in Viticoltura ed Enologia. C'è anche la cinese Liuying Yang

RavennaToday è in caricamento