Elezioni 2013, gli elettori con handicap e infermi: accompagnamento e certificazione

Regole speciali sovraintendono il voto degli elettori con infermità fisiche, domani domenica 24 e lunedì 25 febbraio 2013 per le elezioni politiche. Eccole:

Regole speciali sovraintendono il voto degli elettori con infermità fisiche, domani domenica 24 e lunedì 25 febbraio 2013 per le elezioni politiche. Eccole:

VOTO DEGLI ELETTORI AFFETTI DA INFERMITA’ FISICA

Gli elettori impossibilitati ad esprimere personalmente il voto per grave infermità, possono esercitare il diritto di voto con l'aiuto di un elettore volontariamente scelto‚ iscritto nelle liste elettorali in un qualsiasi Comune della Repubblica e munito della propria tessera elettorale e di un documento di riconoscimento. Nessuno può esercitare la funzione di accompagnatore per più di un elettore fisicamente impedito. Se l’impedimento è a carattere permanente, la legge 5 febbraio 2003 n.17 prevede, su richiesta dell’interessato corredata della relativa documentazione, l’apposizione di uno specifico simbolo (AVD) sulla propria tessera elettorale. In tal caso l’elettore sarà sempre ammesso al voto con l’aiuto di un accompagnatore senza avere più l’obbligo di munirsi dell’apposita certificazione medica. Quando non vi sia l’apposizione del predetto simbolo, oppure l’impedimento non sia evidente, esso potrà essere dimostrato con un certificato medico rilasciato dal funzionario medico designato dalla AUSL (modalità di rilascio sono contenute nel successivo paragrafo CERTIFICAZIONE MEDICA ....).

Sono da considerasi elettori fisicamente impediti nell’espressione autonoma del voto: la categoria dei ciechi civili; gli amputati delle mani; gli affetti da paralisi o da altri impedimenti di analoga gravità. Si rammenta che l’impedimento ad una autonoma e valida espressione del voto deve essere di natura fisica e tale da non consentire l’atto materiale di apposizione del voto sulla scheda elettorale.

NORME INTESE A FAVORIRE LA VOTAZIONE DEGLI ELETTORI NON DEAMBULANTI Nell’eventualità che la sede della sezione elettorale nella quale sono iscritti gli elettori non deambulanti, sia momentaneamente inaccessibile mediante sedia a ruote, possono esercitare il diritto di voto in un’altra sezione del Comune situata in una sede esente da barriere architettoniche. L’elettore dovrà esibire una attestazione medica rilasciata dall’Autorità Sanitaria Locale (anche in precedenza per altri scopi) o copia autentica della patente speciale di guida, in modo che dalla documentazione esibita risulti l’impossibilità o la capacità di deambulazione gravemente ridotta.

Per lo scopo, sono state individuate alcune sezioni elettorali esenti da barriere architettoniche o che, con strutture appositamente predisposte, saranno accessibili con sedia a ruote.

CERTIFICAZIONE MEDICA PER GLI ELETTORI NON DEAMBULANTI O AFFETTI DA INFERMITA’ FISICA

Le certificazioni mediche per gli elettori fisicamente impediti ad esprimere il voto e per gli elettori non deambulanti saranno rilasciate dai medici dell’AUSL. All’atto della visita l’elettore fisicamente impedito o non deambulante dovrà esibire la tessera elettorale ed un documento di riconoscimento valido. Si rammenta che l’impedimento ad un’autonoma e valida espressione del voto deve essere di natura fisica e tale da non consentire l’atto materiale di apposizione del voto sulla scheda elettorale.

VOTO DOMICILIARE PER ELETTORI AFFETTI DA INFERMITA’ CHE NE RENDANO IMPOSSIBILE L’ALLONTANAMENTO DALL’ABITAZIONE

Anche in occasione delle prossime consultazioni elettorali gli elettori affetti da infermità che ne rendano impossibile l’allontanamento dall’abitazione, possono chiedere di votare al proprio domicilio. Possono essere ammessi al voto domiciliare: gli elettori affetti da gravi infermità in condizioni di dipendenza continuativa e vitale da apparecchiature elettromedicali tali da impedirne l’allontanamento dall’abitazione in cui dimorano; gli elettori affetti da gravissime infermità tali che l’allontanamento dall’abitazione in cui dimorano risulti impossibile anche con l’ausilio dei servizi di trasporto organizzati per facilitare agli elettori disabili il raggiungimento del seggio elettorale.

Entro lunedì 4 febbraio 2013, l’elettore interessato doveva far per venire al sindaco del comune nelle cui liste elettorali è iscritto, una apposita dichiarazione, in carta libera, attestante la volontà di esprimere il voto presso l’abitazione in cui dimora, corredata della prescritta documentazione sanitaria appositamente rilasciata dal funzionario medico dell'Ausl. Tale certificazione medica dovrà attestare la sussistenza delle condizioni di infermità con prognosi di almeno 60 giorni decorrenti dalla data di rilascio del certificato, o le condizioni di dipendenza continuativa e vitale da apparecchiature elettromedicali.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cristiano dedica il suo 'brodetto che innamora' al marito e conquista i giudici di Masterchef

  • Tragico infortunio sul lavoro: muore operaio di 26 anni

  • Colpaccio sfiorato al Superenalotto: per un solo numero non vince 94 milioni di euro

  • Muore a 26 anni, l'appello: "Aiutateci a trovare una casa per le sue gatte"

  • Nuovo decreto: visite agli amici solo in due, niente asporto dopo le 18 per i bar e 'area bianca'

  • Carcasse di animali e 600mila euro in contanti nello studio: sequestro da 1 milione al veterinario

Torna su
RavennaToday è in caricamento