Economia

Cia Ravenna presenta i risultati dell'annata anagraria: presente anche l'europarlamentare De Castro

Danilo Misirocchi, presidente della Cia provinciale di Ravenna, presiede i lavori. A Fabrizio Rusticali, direttore Cia Ravenna, il compito di illustrare, poi, i possibili scenari futuri per l’agricoltura ravennate. Le conclusioni spettano ad Antonio Dosi, vice presidente Cia nazionale

Con l’avvicinarsi di San Martino si avvicina anche il consueto appuntamento della Confederazione Italiana Agricoltori della provincia di Ravenna che presenta, venerdì, l’Annata agraria 2015 con i dati e le previsioni dell’anno in corso relativi all’andamento del settore agricolo nel suo complesso. L’incontro si svolge a Ravenna, nella Sala Nullo Baldini di via Faentina 106, dalle ore 10.15. I lavori partono con l’illustrazione dei dati e delle previsioni della realtà provinciale alla quale seguirà l’intervento di dimensione nazionale/internazionale dell’euro parlamentare Paolo De Castro sul tema “Gli effetti delle politiche europee per l’agricoltura italiana” .

Danilo Misirocchi, presidente della Cia provinciale di Ravenna, presiede i lavori. A Fabrizio Rusticali, direttore Cia Ravenna, il compito di illustrare, poi, i possibili scenari futuri per l’agricoltura ravennate. Le conclusioni spettano ad Antonio Dosi, vice presidente Cia nazionale. «La presentazione dell’Annata agraria della Cia di Ravenna, giunta alla ventinovesima edizione, è diventata orami una tradizione, oltre che un appuntamento importante del settore per il mondo economico e istituzionale: è il primo resoconto dei dati relativi all’andamento dell’agricoltura nell’anno in corso, che avviene in prossimità di quell’undici novembre per secoli rappresentativo della fine e dell’inizio dell’annata agraria - spiega Misirocchi -. Per la Cia di Ravenna è da sempre anche un momento di approfondimento di un tematica specifica. Quest’anno, sulla scia dell’impostazione della passata edizione, abbiamo scelto di guardare al settore  nella sua complessità cercando di interpretare ed attrezzarci per un  futuro, in parte già presente, che sarà governato da nuove dinamiche economiche. Lo scorso anno abbiamo commissionato uno studio a Nomisma per analizzare criticità e scenari evolutivi dell’agricoltura ravennate oltre il 2014. Quest’anno, con l’entrata in vigore della nuova Pac e dei nuovi Psr, cercheremo di focalizzare l’attenzione sui possibili effetti delle politiche europee nei confronti dell’agricoltura italiana. Abbiamo per questo invitato l’euro parlamentare Paolo De Castro, il quale, per la competenza riconosciuta ed i ruoli ricoperti, è sicuramente un interlocutore di primo livello. Cercheremo poi di calare in ambito provinciale le riflessioni in merito, per interpretare anche i possibili scenari futuri locali».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cia Ravenna presenta i risultati dell'annata anagraria: presente anche l'europarlamentare De Castro
RavennaToday è in caricamento