Economia

L'E45 riapre parzialmente, anche Confartigianato Ravenna alla protesta: "Forte segnale al governo"

Alcuni comparti produttivi, sia dei territori direttamente interessati, sia quelli limitrofi come la provincia di Ravenna, stanno subendo gravi diseconomie dovute a questa interruzione

Confartigianato della provincia di Ravenna aderisce alla manifestazione pubblica sull'emergenza E45 fissata per sabato prossimo alle 11.30 nell'area di servizio Canili a Verghereto ad un mese dal blocco della E45. "La Confartigianato ravennate - spiega Tiziano Samorè, segretario provinciale dell’Associazione - vuole rimarcare in questo modo le grandi difficoltà che la chiusura della E45 sta portando anche a molte imprese del ravennate, in primis le aziende di autotrasporto, e ritiene non più rinviabile una decisa accelerazione nell’affrontare questa emergenza".

L'ANNUNCIO: RIAPRE PARZIALMENTE L'E45

"Alcuni comparti produttivi, sia dei territori direttamente interessati, sia quelli limitrofi come la provincia di Ravenna, stanno subendo gravi diseconomie dovute a questa interruzione - spiega Samorè -. La parziale riapertura non risolve i gravi problemi logistici del trasporto delle merci che ha come causa diretta la perdita di traffici e di lavoro ed il peggioramento della qualità di vita di molti addetti nell’autotrasporto".

SEQUESTRO E45: TUTTE LE NOTIZIE

Confartigianato ritiene che "questa emergenza infrastrutturale ricalchi quella del ponte Morandi a Genova, con il rischio di un impatto economico più elevato perchè il blocco della viabilità che insiste sulla E45 interessa un’area molto più vasta. Anche in quest’occasione occorre quindi adoperarsi alacremente per trovare tutte le soluzioni normative, organizzative ed operative, per ‘proteggere’ il tessuto economico danneggiato e garantire una viabilità efficiente ai mezzi pesanti". 

"Questa manifestazione di protesta è un primo e forte segnale che le Istituzioni pubbliche e private mandano, coese, al Governo auspicando di trovare un interlocutore attento e responsabile che metta in campo, in tempi rapidi, tutto quello che è possibile per tutelare il tessuto economico-sociale e ripristinare la situazione pre-blocco. L’eccezionalità della situazione - conclude quindi Samorè - richiede provvedimenti straordinari, anche in deroga alle procedure abituali, se questo serve ad accelerare la soluzione dei problemi e, come associazione di rappresentanza del mondo economico, auspichiamo che ciò avvenga nel più breve tempo possibile".
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'E45 riapre parzialmente, anche Confartigianato Ravenna alla protesta: "Forte segnale al governo"

RavennaToday è in caricamento