E' made in Romagna la Start-Up che rivoluzionerà il mondo delle ripetizioni private

L'idea, nata a Cesena ad inizio 2016, all'interno dell'incubatore d'impresa CesenaLab, è firmata dal forlivese Marco Rosetti e dal faentino Daniele Lama

Insieme hanno realizzato un'applicazione per smartphone mette in contatto studenti e tutor, per risolvere dubbi durante lo studio, in tempo reale e senza bisogno di fissare appuntamenti. Si chiama "Teachat" la Start-Up che rivoluzionerà il mondo delle ripetizioni private. L'idea, nata a Cesena ad inizio 2016, all'interno dell'incubatore d'impresa CesenaLab, è firmata dal forlivese Marco Rosetti e dal faentino Daniele Lama.

"Tutto è nato dalle nostre esperienze - esordiscono Rosetti e Lama -. Entrambi siamo da anni tutor di ripetizioni e diverse volte è capitato che i ragazzi ci scrivessero in chat per avere chiarimenti durante lo studio. Così un giorno ci siamo chiesti: “ma perché non iniziare a fare lezione via chat in modo da essere più veloci e quasi sempre reperibili?”. Da quel momento abbiamo iniziato ad analizzare il mercato e abbiamo deciso che volevamo diventare il “Whatsapp delle ripetizioni”. Ed ora eccoci qua".

"Lavoriamo fulltime al progetto da gennaio, quando siamo stati selezionati per accedere a CesenaLab, l’incubatore d’impresa di Cesena. Durante le prime fasi di analisi del mercato siamo riusciti ad intervistare più di 200 studenti nelle varie scuole della provincia: abbiamo capito quali sono le loro abitudini e come Teachat li può realmente aiutare. In questi mesi siamo riusciti a sviluppare e testare un prototipo, a mettere online il sito web e a cominciare il nostro posizionamento sui social (Facebook e Youtube in particolare). Abbiamo partecipato con successo a diversi bandi per Startup, tra cui “Apri la tua startup” promosso da UnionCamere EmiliaRomagna, Startcup ER 2016 nella quale ci siamo classificati tra le prime 10 su oltre 120 idee presentate, e ad un bando promosso da Aster grazie al quale siamo volati in California per seguire gratuitamente il TVLPx, un corso intensivo di imprenditorialità che si è svolto in Silicon Valley lo scorso maggio. Attualmente collaboriamo, tra gli altri, con un’esperta di Web Marketing per la parte di Social, un professore di grafica e fotografia per UI, UX e comunicazione e con un docente esperto in nuove tecniche di insegnamento e nativi digitali. Siamo alla ricerca di finanziamenti e di persone per poter far crescere il progetto: abbiamo tante idee, ci servono tempo e risorse per realizzarle.".

Per lo studente Teachat è molto semplice: "per fare una richiesta di formazione basta inserire la materia, l’argomento e il contenuto della richiesta utilizzando testo, foto o audio. A questo punto l'applicazione seleziona il miglior tutor disponibile e mette i due in contatto tramite la chat interna all’applicazione che ha tutte le funzionalità a cui noi siamo ormai abituati come foto, audio e video in aggiunta ai normali messaggi di testo. In questo modo si supera il concetto tradizionale di “ora di ripetizione”: lo studente è libero di utilizzare l’app quando vuole e per il tempo che ritiene necessario per la sua formazione, da 5 minuti per un dubbio momentaneo a qualche ora per questioni che richiedono più tempo".

"Anche il tutor - continuano Rosetti e Lama - può gestire il suo tempo come meglio crede ed utilizzare Teachat dove e come vuole: basta impostare il proprio stato su “Online” per ricevere automaticamente le richieste degli studenti e vederle in anteprima, per poter decidere se accettarle o meno e, se selezionati, iniziare la chat. Con Teachat il tutor potrà gestire facilmente più sessioni contemporaneamente, in modo da poter massimizzare il suo tempo e quindi il suo guadagno".

"Al momento, Teachat si rivolge a studenti delle superiori per matematica e latino - aggiungono i due giovani founder -. Presto amplieremo le materie ed anche il “raggio di azione”. L’affidabilità dei tutor è garantita da due principali fattori: ogni tutor, in fase di iscrizione, viene contattato dal nostro Staff per verificare le sue effettive competenze in campo formativo. Sono inoltre previste verifiche periodiche e momenti di formazione per i nostri tutor. Inoltre c'è un sistema di rating: la selezione del tutor assegnato è basata su un algoritmo che privilegia quelli con il rating più alto in modo da tenere sempre alta la qualità del servizio di formazione. Il rating dipende, tra le altre cose, da una valutazione che viene chiesta agli studenti alla fine di ogni sessione formativa". Teachat sarà disponibile ufficialmente ad inizio 2017, ma ci si può già iscrivere tramite il form sul sito ( https://www.teachat.it/iscriviti/) per avere la possibilità di partecipare gratuitamente ai be ta test e rimanere sempre aggiornati su tutte le novità.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia sui binari: studente minorenne perde la vita

  • Primi due studenti positivi al Coronavirus in due scuole ravennati

  • Il coronavirus fa un'altra vittima. "Mascherina sulla bocca e testa sulle spalle"

  • Dramma sui binari: muore investito da un treno

  • Coronavirus, la nuova fotografia dei contagiati: undici sono in isolamento domiciliare

  • Maxi festino nascosti in casa tra assembramenti e droga: 34 ragazzi nei guai

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RavennaToday è in caricamento