rotate-mobile
Lunedì, 17 Gennaio 2022
Altro Faenza

Pallamano, il Romagna prova l'assalto alla vetta: ma prima dovrà battere il San Lazzaro

Da non sottovalutare la sfida al PalaYuri, contro un San Lazzaro che nell'ultima giornata ha fermato sul pareggio la capolista Cingoli

Il Romagna assapora il -1 dal Cingoli e come uno squalo è pronto all’assalto alla prima posizione del campionato di A2. I marchigiani non stanno attraversando un gran momento di forma e con Ambra (33-30) e San Lazzaro (27-27) hanno rallentato il proprio ritmo incalzante mostrato nella prima parte di stagione. Da parte sua la squadra di coach Tassinari, dopo il ko casalingo nello scontro diretto, ha segnato 37, 38 e 37 reti contro Pescara, Chiaravalle e Ambra, senza mai togliere il piede dall’acceleratore. Anche perchè alle sue spalle i Lions Teramo non si nascondono più, confermandosi l’unica alternativa al duo di testa. Ormai la fuga è lanciata e la corsa verso la qualificazione alle final6 di Chieti pare sia ormai ristretta a queste formazioni.

Ma è tempo di rientrare in clima campionato perchè la sfida del PalaYuri  non è da sottovalutare, visto l’exploit di sabato scorso a Cingoli dei ragazzi di coach Andrea Fabbri. Il pareggio in casa della capolista ha ridato morale ai gialloneri a cui, comunque, sta piuttosto stretta l’attuale posizione in classifica. Pesano (e non poco) i ko risicati incassati da Ambra all’esordio (29-30), Pescara alla seconda (30-31), Follonica (29-30) e Verdeazzurro (27-30), oltre alle sconfitte più nette con Teramo (21-27) e Casalgrande (23-29). I successi dei gialloneri sono arrivati contro Prato (31-26), Campus Italia (27-22) e Bologna United nel derby (28-21). Molto positivi anche i pareggi ottenuti in casa di Camerano (25-25 alla 3^ giornata) e di Cingoli (27-27 nell’ultimo turno).

Proprio da questo apice vorranno riprendere il discorso contro la seconda forza del campionato, il Romagna, sabato sera alle 19,00. Fabbri dispone di un buon roster rafforzato rispetto a quello della scorsa stagione che fece molto bene in serie B, conquistando la promozione: l’arrivo di Giulio Venturi è un lusso per la squadra, visto il curriculum del centrale/terzino, grande ex di turno, dopo l’esperienza al Romagna una decina d’anni fa. Altri punti di forza, il capitano Andrea Norfo, Daniele Mei, Luca Argentin, Marco Dallari, Alessandro Bozzoli, Gabriele Rossini (uno dei giovani più interessanti del panorama locale) e Alberto Calistri, che si suddividono gol e responsabilità al tiro.

La classifica: Cingoli 21, Pallamano Romagna 20, Lions Teramo 18, Camerano e Verdeazzurro 13, Follonica 11, Chiaravalle, Campus Italia e Pescara 10, Casalgrande 9, Ambra e S.Lazzaro 8, Prato 0, Bologna United -2.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pallamano, il Romagna prova l'assalto alla vetta: ma prima dovrà battere il San Lazzaro

RavennaToday è in caricamento