menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Calcio a 5, il Faventia cerca la qualificazione in Coppa Italia

La partita potrebbe essere inoltre l'occasione del pronto riscatto dopo la prima sconfitta stagionale maturata a Chieti sabato scorso

In attesa del big match contro il Bulldog Lucrezia in programma sabato alle 15 al PalaCattani di Faenza, il Faventia si concentra sulla Coppa Italia, un obiettivo prestigioso che il club vuole onorare. La squadra di coach Placuzzi sarà di scena mercoledì alle 20 a Fano contro i padroni di casa dell’Eta Beta nella terza giornata della prima fase a gironi e per passare il turno avranno soltanto un risultato: la vittoria. Nei turni precedenti infatti entrambe hanno battuto il Corinaldo (4-3 l’Eta Beta e 2-1 il Faventia) e proprio i gol in più realizzati permetterebbero ai marchigiani di qualificarsi alla fase successiva in caso di parità. La partita potrebbe essere inoltre l'occasione del pronto riscatto dopo la prima sconfitta stagionale maturata a Chieti sabato scorso, nel corso della quale i manfredi hanno perso per infortunio anche l'attaccante Lucas Braga, in questi giorni sottoposto ad esami strumentali per valutarne meglio l'entità e per pianificare il recupero. L'assenza di Braga costituirà senz'altro un problema per il quale il tecnico Placuzzi dovrà forzatamente cercare una soluzione visto che certamente il brasiliano non potrà prendere parte alla gara di Coppa.

“Vogliamo onorare la Coppa Italia – spiega Placuzzi – perché sarebbe stupendo per la società poter partecipare ad una vetrina importante come la Final Eight. Purtroppo però gli imprevisti degli ultimi giorni e lo scontro diretto con il Lucrezia hanno cambiato i nostri piani ed a poche ore dalla partita ci sono ancora diversi nodi da sciogliere". Non aiuteranno infine le assenze dei portieri Resta e Tronconi, di Luca Gatti, out già da una settimana, e di Marco Cavina affaticato dopo la partita di Chieti. Per questo motivo Placuzzi ha confermato che potrebbe ricorrere al turnover. "Sono convinto che ci attenderà una gara molto difficile, perché l’Eta Beta vorrà riscattarsi dopo i risultati altalenanti di inizio stagione, sfruttando la Coppa Italia per riprendere la sua marcia. I nostri avversari sono i grandi favoriti, perché hanno due risultati a disposizione e giocano in casa. Noi invece daremo più spazio a coloro che hanno giocato di meno nelle prime partite, ma posso contare su una squadra con tante buone individualità e quindi sono certo che chi scenderà in campo si farà valere”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Dall'Antica Roma al terzo millennio: il mito eterno dei Lom a Merz

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento