menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Volley A2 femminile, la Conad Ravenna parte per Martignacco col coltello tra i denti

Matricola in A2, pur essendo una squadra giovane, non è avversario da sottovalutare per quanto si è dimostrata molto motivata e dotata di buone capacità tecniche

La Conad Ravenna parte per Martignacco col coltello tra i denti. Matricola in A2, pur essendo una squadra giovane, non è avversario da sottovalutare per quanto si è dimostrata molto motivata e dotata di buone capacità tecniche. All’andata a Ravenna terminò al tie break con vittoria della Conad (28-30, 25-22, 16-25, 25-16, 15-11). Top scorer del match con 24 segnature fu Yare Mendaro, seguita a ruota da capitan Bacchi con 22 punti e andò in doppia cifra anche Lotti che mise a terra 12 palle. Tra le ospiti spiccarono Molinaro (21), Pozzoni (18), Caravello (15) e Martinuzzo (12). Da annotare che per la Itas Città Fiera il punto conquistato a Ravenna resta l’unico raggranellato finora nella Pool Promozione e che in casa ha perso con Perugia (0-3), Trento (1-3) e Torino (0-3). Domenica al Palazzetto dello Sport di Martignacco (Udine) il fischio d’inizio verrà dato alle 17 dagli arbitri Piera Usai e Giovanni Ciaccio.

Coach Nello Caliendo chiede di vivere il momento, senza fare valutazioni sugli altri, o sul passato o sul futuro: "In questa partita, ancor di più che nelle altre, dovremo guardare poco indietro. Terremo in considerazione sicuramente le indicazioni che ci vengono dalla nostra partita d’andata che abbiamo vinto per 3 a 2 e anche questo la dice lunga sul fatto che Martignacco è una squadra che ha una tipologia di gioco che può metterci in difficoltà. Dobbiamo essere molto attenti a non ripetere certi errori commessi all’andata quando abbiamo subito a tratti il loro gioco veloce. Inoltre ci potrà infastidire l’altra loro caratteristica che è quella di difendere tanto. All’andata ci hanno costretti ad azioni lunghe in cui molte volte non siamo stati poi lucidi nel fare le scelte giuste. Anche se hanno racimolato un solo punto nelle ultime sette partite, finora hanno giocato col coltello tra i denti e quindi non aspettiamoci che lo ripongano contro di noi. Certo è che partiremo anche noi col coltello tra i denti perché sappiamo che per continuare a guardare avanti a testa alta siamo obbligati a fare la prestazione. Di sicuro non abbassiamo la guardia e andiamo in Friuli concentrati per cercare dì tornare a casa col bottino pieno".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento