Sport

Volley, monologo della Cucine Lube: la Consar incassa un passivo di 3-0

Il servizio ed un ottimo Balaso sono le armi che consentono ai padroni di casa di raddrizzare una situazione difficile nel parziale d’apertura

Torna a casa con un passivo di 3-0 la Consar Ravenna dalla trasferta contro la Cucine Lube Civitanova (25-21, 25-23, 25-19). Non basta alla squadra di coach Marco Bonitta essere reattiva, convinta e tenace, capace di restare sempre in  partita, contro i campioni d’Italia e del mondo per evitare la  sconfitta. La Consar perde in volata i primi due set e resta a lungo  in piedi nel terzo, trovando spinta dalla sua energia verde con Batak e con Stefani, il più giovane di tutti, che si ritaglia la sua vetrina chiudendo con 7 punti, e due ace, e un rilevante 56% in attacco. La Lube sfrutta al massimo la vena di Simon: all’andata entrò nel finale e tolse le castagne dal fuoco a un Lube in chiara difficoltà contro una Consar che stava firmando l’impresa.

Questa volta il centrale cubano ha fatto la differenza fin dall’inizio dando un aiuto concreto (16 punti, 4 ace, due muri e un 91% in attacco) per conquistare il successo. Analizza il coach: "Peccato per il secondo set, perché l’avevamo  quasi ripreso, ma Simon ha fatto gli straordinari, soprattutto in battuta, con l’ultima molto bella, però i ragazzi non hanno mai mollato; anche nel terzo set, pur se sempre sotto, e secondo me avere chiuso a 19 è un po’ pesante, hanno tenuto fino in fondo e quello che dovevamo fare l’abbiamo fatto, compreso in battuta. Questo è il nostro dna, anche se perdiamo di dieci dobbiamo comunque giocarci la partita fino in fondo. Ci siamo confrontati con una squadra fortissima, e abbiamo tenuto".

La partita

Sestetto confermato per Bonitta, un cambio per De Giorgi rispetto al sestetto che ha perso a Modena: c’è Anzani al posto di Bieniek al centro in coppia con Simon. Il servizio ed un ottimo Balaso sono le armi che consentono ai padroni di casa di raddrizzare una situazione difficile nel parziale d’apertura. Gli ace in serie di Rychlicki prima e Simon poi valgono la parità a quota 13 (dal -3), dopo una buonissima partenza della squadra di Bonitta, che aveva trovato in Ter Horst il suo trascinatore. Quindi l’ace di Kovar che mette la Lube per la prima volta col muso davanti sul 20-19 e, come detto, il gran lavoro in seconda linea di Balaso, che successivamente consentirà a Bruno di impostare i contrattacchi della fuga decisiva. Il 25-21 matura con un muro vincente di Bieniek, subentrato nel frattempo ad Anzani e subito protagonista. 

Al ritorno in campo alza subito il muro la Cucine Lube, mettendo il set inizialmente in discesa: 9-5 dopo i blocchi vincenti rispettivamente di Simon e Bruno, 17-7 dopo quello di Juantorena su Kernan, che poco dopo lascerà il campo (con Saitta), alla diagonale d’attacco Batak-Stefani. E’ la mossa con cui Bonitta prova a scuotere i suoi, riuscendo nell’intento: Ravenna tiene botta nonostante le fiammate di Simon (17-14), ritrovando addirittura la parità sul 22-22 (muro di Alonso su Kovar). Ma si arrende 23-25, nuovamente dinanzi allo strapotere fisico e tecnico del cubano (6 punti, 80% in attacco, 1 ace e 1 muro), che schianta a terra il primo tempo del 24-23, e la successiva palla corta dai nove metri che beffa la ricezione ravennate, fissando il 25-23. Il terzo set è un monologo della Cucine Lube, con Simon confermatosi nel ruolo di attore protagonista: suo il titolo di Mvp della gara (chiude con 16 punti e addirittura il 91% di efficacia in attacco, più 4 ace e 2 muri), che ha confermato capitan Juantorena e compagni al primo posto in classifica. 

Il tabellino

CUCINE LUBE CIVITANOVA: Anzani 2, Kovar 9, D’Hulst n.e., Juantorena 11, Marchisio (L) n.e., Massari n.e., Rychlicki 11, Diamantini 2, Simon 16, Bruno 1, Bienek 3, Balaso (L). All.: De Giorgi.

CONSAR RAVENNA: Stefani 7, Cortesia 5, Ter Horst 7, Kovacic (L), Saitta, Recine, Vernons-Evans 3, Grozdanov 8, Batak 1, Bortolozzo n.e., Marchini(L) n.e., Lavia 12, Alonso, Cavuto. All. Bonitta.

ARBITRI: Curto (TS) – Caretti (RM).

PARZIALI: 25-21 (28’), 25-23 (28’), 25-19 (29’).

NOTE: Spettatori 2976, incasso 29.412 Euro. Lube battute sbagliate 13, ace 8, muri vincenti 6, ricezione 58% (33% perfette), attacco 54%. Ravenna battute sbagliate 12, ace 3, muri vincenti 7, ricezione 39% (21% perfette), attacco 42%.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Volley, monologo della Cucine Lube: la Consar incassa un passivo di 3-0

RavennaToday è in caricamento