rotate-mobile
Lunedì, 16 Maggio 2022
Economia Castel Bolognese

A Castel Bolognese inaugura l'impianto irriguo "Santerno-Senio"

Sarà inaugurato venerdì mattina alle 10 nella centrale di pompaggio Santerno-Senio 3, nella strada provinciale Canale dei Molini a Castel Bolognese, l'impianto irriguo "Santerno-Senio"

Sarà inaugurato venerdì mattina alle 10 nella centrale di pompaggio Santerno-Senio 3, nella strada provinciale Canale dei Molini a Castel Bolognese, l'impianto irriguo “Santerno-Senio” per la distribuzione delle acque del Canale Emiliano Romagnolo All'inaugurazione, programmata in occasione della Settimana Nazionale della Bonifica e dell'Irrigazione 2012, interverranno accanto al presidente e al direttore generale del Consorzio di Bonifica della Romagna Occidentale, Alberto Asioli e Giovanni Costa: l'assessore regionale all'Agricoltura Tiberio Rabboni; il presidente della Provincia di Ravenna Claudio Casadio; il sindaco di Castel Bolognese Daniele Bambi; il sindaco di Solarolo Fabio Anconelli; il presidente dell'Anbi (Associazione Nazionale Bonifiche e Irrigazioni) Massimo Gargano.

L'impianto irriguo è stato concepito dal Consorzio di Bonifica come opera a valenza plurima, in grado di alimentare, oltre alle condotte irrigue, anche reti acquedottistiche industriali e civili. In particolare, in fase esecutiva, è stato manifestato un interesse da parte di Hera a utilizzare le infrastrutture di adduzione per alimentare il nuovo potabilizzatore civile di Castel Bolognese. La superficie catastale delle aziende agricole aderenti al progetto delle nuove opere relative al primo lotto è di 1.223 ettari, mentre il bacino di utenza complessivo è di 1.569 ettari.

Come nelle precedenti realizzazioni di impianti a monte del Cer, anche nel “Santerno-Senio” si è adottata la tecnica della distribuzione tramite condotte tubate interrate a una pressione di almeno 4 atmosfere, con consegna dell'acqua alle singole aziende tramite idranti. L'acqua prelevata dal Cer viene rilanciata verso monte attraverso le centrali di pompaggio Santerno-Senio 1 e 2, che riforniscono, rispettivamente, le coppie di distretti irrigui “Bagnara-Barbiano” e “San Mauro-Felisio”, oltre ad alimentare la condotta di risalita. Nel percorso dell'acqua verso monte vi sono due bacini di accumulo e disconnessione, uno presso la centrale Santerno-Senio 2 e l'altro presso la Santerno-Senio 3, le cui pompe alimentano le condotte dell'ultima coppia di distretti irrigui “Borello-Casanola”.

Le aziende servite dall'impianto irriguo “Santerno-Senio” sono attualmente circa 950, ma supereranno il migliaio a fine lavori, e sono di dimensioni estremamente diverse, da meno di 1 ettaro fino a 100 ettari. Ogni ditta è servita da almeno un idrante; per quelle di dimensioni maggiori, la densità di idranti è di uno ogni dieci ettari.

Il completamento dell'infrastruttura irrigua a servizio della zona a monte del Distretto di pianura è stato finanziato dal Ministero delle Politiche Agricole e Forestali per un importo di quasi 20 milioni di euro. Il primo lotto, dell'importo di 12.537.976,93 euro, è entrato in funzione con la stagione irrigua 2012. È invece in via di affidamento il secondo lotto, per 7.335.724,82 euro. Al finanziamento ministeriale si sono aggiunti i contributi del Consorzio e delle aziende agricole aderenti al progetto, che si sono impegnate a sostenere un costo di 258 euro per ogni ettaro servito più 258 euro per ogni idrante installato.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A Castel Bolognese inaugura l'impianto irriguo "Santerno-Senio"

RavennaToday è in caricamento