menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il sindacato: "Il Governo ha dimenticato gli operatori dei mercati ambulanti"

"Una categoria importante per la nostra economia, a cui il governo ha dedicato poca attenzione e misere tutele soprattutto nell'ultimo periodo"

Giovedì pomeriggio, nella sede del Circolo di piazza Nenni 2 a Faenza, l'Ana (Associazione Nazionale Ambulanti) – Ugl ha incontrato gli operatori economici del mercato ambulante cittadino. Erano presenti Angela Graziani, presidente Ana-Ugl dell'Emilia-Romagna, Filippo Lo Giudice, segretario dell'Ugl di Forlì-Cesena-Rimini-Ravenna, ed Emanuele Visani, che ha ospitato i convenuti. Tema dell'incontro le nuove disposizioni legislative del settore e la richiesta di riforma fiscale tuttora in discussione al governo.

“Al di là delle problematiche tecniche approfondite nel corso dell'incontro, abbiamo presentato agli operatori economici del mercato ambulante di Faenza l'“Ana Ugl” la nuova componente dell’Ugl nata dall'affiliazione dell’Ana Associazione Nazionale Ambulanti al nostro sindacato, per dare voce ai lavoratori che finora non avevano trovato spazio nel mondo sindacale confederale, ovvero gli ambulanti, gli operatori commerciali dei mercati, delle fiere e delle sagre - spiega Lo Giudice - Una categoria importante per la nostra economia, messa in crisi anche dalla concorrenza sleale di molti irregolari, a cui il governo ha dedicato poca attenzione e misere tutele soprattutto nell'ultimo periodo. Un comparto a volte tartassato da tasse e burocrazia e oggi trascurato al momento della definizione delle misure economiche e sociali volte a ridimensionare gli effetti più devastanti del blocco delle attività nel periodo del lockdown, con danni significativi a molti lavoratori, trovatisi nell’impossibilità di portare avanti la propria professione e per di più senza aiuti adeguati”.

“Come Ana-Ugl abbiamo recepito le istanze degli operatori economici ambulanti di Faenza e lavoreremo per cambiare le cose - continua - ci faremo sentire affinché le istanze di questi lavoratori possano essere maggiormente ascoltate, sia a livello locale che nazionale. Ci impegneremo per questo e siamo certi che anche a Faenza nascerà una collaborazione utile non solo a questa categoria, ma al mondo del lavoro nel suo complesso, alla tutela dei diritti in generale e nello spirito della coesione sociale e della collaborazione che da sempre ci contraddistingue”. Ana-Ugl e operatori economici del mercato ambulante di Faenza si sono lasciati con l'impegno di ritrovarsi a breve per una nuova assemblea e fare il punto della situazione.

incontro Ana - ambulanti-2

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Sotterrata nel giardino della scuola una "capsula del tempo": verrà aperta nel 2070

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento