Le trivelle sono salve: ma i sindacati temono il "blitz"

Resta in un cassetto la bozza di emendamento al "decreto Semplificazioni" che rischiava di dare il colpo di grazia alle attività petrolifere upstream in Italia

Resta in un cassetto la bozza di emendamento al "decreto Semplificazioni" che rischiava di dare il colpo di grazia alle attività petrolifere upstream in Italia, mettendo a rischio i piani di Eni ma anche di operatori esteri come Shell e Total. Il testo, scrive Milano Finanza, non è passato inosservato e ha sollevato un'ondata di polemiche - anche nel ravennate, uno dei distretti offshore più importanti - tale da convincere il governo a dire stop. Ma sindacati e associazioni di categoria, dopo questo primo successo dovuto a una levata di scudi immediata e collettiva, restano in allerta. Si teme un blitz una volta che la mobilitazione pro-trivelle dovesse cessare e al Senato riprenderanno i lavori.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cristiano dedica il suo 'brodetto che innamora' al marito e conquista i giudici di Masterchef

  • Tragico infortunio sul lavoro: muore operaio di 26 anni

  • Muore a 26 anni, l'appello: "Aiutateci a trovare una casa per le sue gatte"

  • Nuovo decreto: visite agli amici solo in due, niente asporto dopo le 18 per i bar e 'area bianca'

  • Carcasse di animali e 600mila euro in contanti nello studio: sequestro da 1 milione al veterinario

  • Drammatico ritrovamento in casa: a fianco del divano bruciato il corpo senza vita di una donna

Torna su
RavennaToday è in caricamento