Luce e gas, nuova stangata in arrivo: "Aumento penalizzante e incomprensibile"

Confesercenti esprime "una forte preoccupazione per il riflesso negativo che questi avranno sui costi di gestione delle imprese"

Nuova stangata in arrivo: l’Autorità nazionale per l’Energia, dopo i ribassi dei primi due trimestri ha deciso che da luglio le bollette di energia e gas aumenteranno mediamente del 4,3% per quanto riguarda l’energia elettrica e del 1,9% il gas. Confesercenti esprime "una forte preoccupazione per il riflesso negativo che questi avranno sui costi di gestione delle imprese".

Per Roberto Manzoni, presidente provinciale Confesercenti, “l’aumento appare incomprensibile in quanto petrolio e gas sono in una fase di prezzo calante e la causa di questo aumento è soprattutto frutto di questioni interne e più precisamente dell’incremento della componente del dispacciamento, che purtroppo fa risaltare la questione di un mercato, quello dell’energia, ancora lontano da un vero sistema concorrenziale. Questi aumenti porteranno ad una diminuzione dei margini per le imprese del commercio e del turismo e i rincari dei costi dell’energia avverranno in occasione dei picchi di consumo per il periodo estivo quando aumenterà l’utilizzo dei condizionatori, questione questa non secondaria e neanche casuale".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"In questi anni per dare risposte alle esigenze delle imprese sulle questioni energetiche, Confesercenti ha promosso il consorzio Innova Energia che in controtendenza a quello che succede a livello nazionale manterrà gli stessi prezzi di cui hanno goduto le imprese finora permettendo quindi forti risparmi e una reale risposta a meccanismi che penalizzano soprattutto le famiglie e le piccole imprese - continua Manzoni -. Le imprese del commercio e del turismo non sono in grado di sopportare altri aumenti e quindi come Confesercenti siamo pronti ad affrontare le sfide di una nuova politica energetica ormai indispensabile per il nostro Paese. Questo, così come il peso della pressione fiscale, su cui chiediamo al Governo di intervenire, saranno tra i temi che metteremo al centro della nostra prossima Assemblea nazionale e regionale del 6 luglio.”

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia sui binari: studente minorenne perde la vita

  • Primi due studenti positivi al Coronavirus in due scuole ravennati

  • Il coronavirus fa un'altra vittima. "Mascherina sulla bocca e testa sulle spalle"

  • Dramma sui binari: muore investito da un treno

  • Maxi festino nascosti in casa tra assembramenti e droga: 34 ragazzi nei guai

  • Travolto mentre attraversa in pieno centro: portato in ospedale in elicottero

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RavennaToday è in caricamento