menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Pioggia, vento e neve in arrivo: scatta l'allerta meteo di Protezione Civile

Dopo una breve tregua, torneranno piogge e nevicate sulla Romagna. Le temperature minime sono previste in aumento

Dopo una breve tregua, torneranno piogge e nevicate sulla Romagna. E' in arrivo una perturbazione atlantica, che sarà preceduta da un'intensificazione della ventilazione dai quadranti sud-occidentali. La Protezione Civile, attivando un'allerta "gialla", spiega nel bollettino che sul crinale appenninico e sulle aree collinari sono attese raffiche tra i 62 ed i 74 chilometri orari, e localmente superiori. Venerdì il servizio meteorologico dell'Arpae prevede "nuvolosità variabile con piogge sparse più probabili nella seconda parte della giornata sul settore centro-orientale. Quota neve intorno a 1300-1400 metri".

Le temperature minime sono previste in aumento, comprese oscillanti tra 6 e 10°C, mentre le massime tra 12 e 14°C. I venti soffieranno deboli-moderati, con rinforzi sul settore centro-orientale. Sabato il cielo sarà nuvoloso, con precipitazioni più probabili sul settore centro-orientale che potranno essere a carattere nevoso sui rilievi intorno a 1000-1200 metri. Tendenza ad attenuazione progressiva dei fenomeni a partire dal pomeriggio, con ampie schiarite nella serata. Le temperature sono attese in diminuzione, con le minime tra 5 e 8°C, mentre le massime tra 10 e 13°C.

Nella giornata di domenica, comunica Arpae, "è attesa una generale attenuazione della nuvolosità per la temporanea estensione di un promontorio anticiclonico; da lunedì l'ingresso di un'onda depressionaria da ovest favorirà tuttavia un nuovo incremento della nuvolosità con precipitazioni più probabili sui rilievi appenninici, dove risulteranno nevose a quote di montagna. Successivamente sembra probabile che l'estensione di un'area di alta pressione da ovest garantisca condizioni di maggiore stabilità, con qualche addensamento più consistente solo sulle aree appenniniche. Le temperature, inizialmente stazionarie o in lieve calo nei valori minimi, sono attese in aumento a fine periodo".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Dall'Antica Roma al terzo millennio: il mito eterno dei Lom a Merz

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento