rotate-mobile
Meteo

Nuvole e temporali in arrivo: scatta l'allerta meteo di Protezione Civile

Si raccomanda di mettere in atto le opportune misure di autoprotezione fra le quali, in questo caso, prestare particolare attenzione allo stato dei corsi d’acqua ed evitare di accedere ai capanni

Un martedì a rischio nubifragi. La Protezione Civile dell'Emilia Romagna ha diramato un'allerta "gialla" per "criticità idraulica", "temporali" e "vento". Nell'avviso viene spiegato che "la formazione di un minimo depressionario sul medio Tirreno determinerà condizioni di tempo perturbato nella giornata di martedì. Si prevedono precipitazioni diffuse, anche a carattere temporalesco organizzato". Sulla pianura romagnola sono attesi tra i 30 ed i 40 millimetri di pioggia, mentre nelle aree appenniniche i valori puntuali potranno essere fino a 80-100 millimetri.

Viene specificato che "l'ampia forchetta della stima di precipitazione è dovuta all'incertezza della previsione. Localmente nelle aree appenniniche". Oltre alle abbondanti piogge bisognerà prestare attenzione ai venti: "La ventilazione sarà moderata o forte sul crinale appenninico con valori tra 62 e 74 chilometri orari. Il mare sarà mosso o molto mosso". Nel pomeriggio si assisterà ad una graduale attenuazione dei fenomeni. Le temperature minime oscilleranno attorno a 17 gradi, mentre le massime sono attese tra 20 e 24°C.

Mercoledì non si escludono isolati piovaschi al primo mattino, con tendenza a cielo sereno o poco nuvoloso. Le temperature non subiranno particolari variazioni di rilievo. Nei giorni a seguire, informa il servizio meteorologico dell'Arpae, "si mantiene una debole instabilità sulle aree appenniniche che potranno essere interessate da brevi e isolati piovaschi; al termine del periodo il probabile ingresso di correnti instabili, di origine atlantica potrà dare luogo a condizioni di tempo perturbate anche sul territorio regionale".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuvole e temporali in arrivo: scatta l'allerta meteo di Protezione Civile

RavennaToday è in caricamento