Elezioni, Guerra (CambieRà): "De Pascale e Alberghini facciano i nomi degli assessori"

CambieRà, la lista civica che vedeva in Michela Guerra il candidato sindaco, non fornisce indicazioni di voto

Michele De Pascale o Massimiliano Alberghini? CambieRà, la lista civica che vedeva in Michela Guerra il candidato sindaco, non fornisce indicazioni di voto. Ma fornisce, spiega Guerra, "cinque proposte realizzabili e concrete che potrebbero indubbiamente attirare il voto di chi, in CambieRa', ha riconosciuto una concreta possibilità di svolta nella gestione dell'amministrazione comunale. Queste sono le uniche indicazioni che daremo, indipendentemente dalle lusinghiere proposte che ci sono già state avanzate e che abbiamo già cortesemente declinato".

Precisa Guerra: "Le continue richieste, più o meno silenti, di indicazioni di voto o il pressante incitamento a parteggiare pubblicamente per un candidato piuttosto che l’altro, sono qualcosa di inutile e svilente. Se si vogliono convincere gli elettori, soprattutto coloro che hanno riconociuto in CambieRa' una valida alternativa all'attuale classe politica, è fondamentale mostrare loro proposte reali e precise. Un impegno concreto insomma, non le solite promesse elettorali che scemano nel nulla una volta espresso il voto".

Aggiunge l'ex candidata sindaco: "Riteniamo quindi che le indicazioni, che in molti ci stanno chiedendo in questi giorni, non debbano essere indirizzate agli elettori, mostrando loro cosa votare alle urne il prossimo 19 giugno, ma a De Pascale ed Alberghini, affinché considerino la possibilità di includere alcune proposte già presenti nel programma di CambieRA' nei loro intenti futuri, una volta eletti sindaco. In questo modo i cittadini saranno in grado di valutare se vale la pena di votare per uno di loro o meno; avranno la possibilità di valutare la loro credibilità".

"Riteniamo - sostiene Guerra -. sia fondamentale fare i nomi degli assessori prima del 19, quantomeno per quanto riguarda le importantissime deleghe del Turismo, della Cultura, del Bilancio e della Sicurezza. A tal proposito, l'unico criterio di valutazione accettabile ha sempre avuto come punto di partenza il curriculum delle persone scelte. Sareste disposti a creare una sorta di “Consulta stabile” di esponenti della cultura, della scuola, del turismo e dell’imprenditoria della città, nominati dalle varie forze politiche presenti in consiglio, con la quale la giunta si confronti almeno con scadenza bimestrale, in sedute pubbliche come le commissioni consiliari?"

Quanto al reddito di cittadinanza, "in attesa degli interventi a livello parlamentare e regionale, riteniamo indispensabile inserire un reddito di cittadinanza comunale per dare un po’ di ossigeno ad alcuni concittadini in difficoltà. Siete disposti a creare questa forma di sostegno partendo dalle proposte delle uniche due forze politiche che lo hanno sostenuto in campagna elettorale, ovvero CambieRA’ e Ravenna in Comune?". E ancora: "Siete disposti a creare una forma di bilancio partecipato che permetta ai consigli territoriali, costruiti non più sulla base dei seggi in consiglio comunale, di poter usufruire di una quota stabilita per la parte investimenti, prendendo spunto ad esempio dall’esperienza pluriennale di un comune come Capannori?".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Guerra chiede di "modificare il regolamento che norma le nomine del sindaco nelle fondazioni e nelle partecipate, sulla base di curriculum ed esperienza in linea con l’attività svolta dalla realtà nella quale si viene nominati; non aver già svolto 2 mandati con incarichi assegnati per nomina del sindaco; Queste sono 5 proposte realizzabili e concrete che potrebbero indubbiamente attirare il voto di chi, in CambieRA', ha riconosciuto una concreta possibilità di svolta nella gestione dell'amministrazione comunale. Ma soprattutto queste sono le uniche indicazioni che daremo, indipendentemente dalle lusinghiere proposte che ci sono già state avanzate e che abbiamo già cortesemente declinato".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia sui binari: studente minorenne perde la vita

  • Primi due studenti positivi al Coronavirus in due scuole ravennati

  • Dramma sui binari: muore investito da un treno

  • Maxi festino nascosti in casa tra assembramenti e droga: 34 ragazzi nei guai

  • Travolto mentre attraversa in pieno centro: portato in ospedale in elicottero

  • A 26 anni 'sfida' il Covid e apre una pizzeria: "Faremo una pizza 'diversamente napoletana'"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RavennaToday è in caricamento