Politica

Elezioni, il Popolo della Famiglia scende in campo al fianco di Lista per Ravenna

La lista scende in campo per sostenere i bisogni e i diritti delle famiglie ravennati, in particolari quelle con figli

Pronta per essere depositata in Comune, in lizza per le elezioni del prossimo 3-4 ottobre, è anche la lista del Popolo della Famiglia, nata dall’impegno dei dirigenti ravennati dell’omonimo movimento politico nazionale in associazione al Polo civico istituito da Lista per Ravenna, per sostenere i bisogni e i diritti delle famiglie ravennati, in particolari quelle con figli. Il movimento elettorale, presieduto dal giornalista Mario Adinolfi e rappresentato nel nostro territorio dal consigliere comunale di Riolo Terme Mirko De Carli, presenta come candidati donne e uomini “di famiglia”, impegnati in città a "promuovere la bellezza e la centralità della vita familiare come motore dell’economia e del welfare ravennate".

Il capolista sarà Eugenio Dima, nato a Ravenna il 1 agosto 1968, residente a Ravenna e coniugato con tre figli (31, 27 e 21 anni) e un nipote. Iscritto all’Ordine dei Periti Industriale della Provincia di Ravenna dal 1997 con Specializzazione Elettrotecnica, è impiegato dal 1990 in aziende ravennati operanti nei settori dell’impiantistica industriale, distribuzione elettrica, oil&gas e delle energie rinnovabili. Ha operato per 35 anni come educatore nell’ambito della formazione dei bambini e dei ragazzi presso la parrocchia di appartenenza e nell’animazione dei “gruppi famiglie”. Oltre a questo è membro della Caritas parrocchiale, ha prestato servizio in diversi ambiti di accoglienza anche di migranti ed è anche iscritto dal 2016 dell’Associazione Genitori nella scuola di Ravenna (A.R.Ge) e referente AGe dal 2018 presso il Foragas dell’Emila Romagna (Forum delle Associazioni nella scuola presso l’Ufficio Scolastico Regionale). In ultimo è anche stato eletto presso il Consiglio Territoriale “Ravenna sud” da maggio 2017 e attualmente in carica come capogruppo del gruppo misto.

I punti chiave del programma della lista

"Emergenza natalità: con il conseguente calo e invecchiamento della popolazione minaccia la tenuta sociale ed economica della nostra regione e merita un programma specifico di incentivazione della maternità, sostenendo il progetto di famiglia delle giovani coppie e la scelta del secondo e terzo figlio con facilitazioni concrete dirette. Contributo maternità per le mamme residenti nel Comune di Ravenna cittadine italiane che scelgono di dedicarsi alla cura del figlio nei primi anni di vita o di adozione del bambino. Bonus per ogni nascita o adozione per chi non usufruisce del contributo di maternità. Agevolazioni per le giovani coppie nelle graduatorie per gli alloggi popolari. Semplificazione dell'accesso a mutui agevolati per l'acquisto della prima casa incentivando i fondi di garanzia. Libertà di scelta educativa con l'introduzione del buono scuola comunale. Aumento degli investimenti negli edifici scolastici di gestione comunale e mantenimento delle piccole scuole distribuite nel territorio. Sostegno delle situazioni di fragilità e disabilità all'interno della famiglia con percorsi mirati a evitare la disgregazione del nucleo familiare. Sviluppo di progetti di affiancamento fra anziani e infanti per sostenere i genitori-lavoratori. Opera di formazione e di informazione/disincentivazione della cultura dello "sballo". Progetti di sostegno per le vittime delle vecchie e nuove dipendenze che riguardano anche il gioco, la pornografia e i comportamenti di auto segregazione anche informatica con percorsi riabilitativi per i soggetti e le loro famiglie. Sostegno alle imprese soprattutto piccole e medie con riduzione o esenzione dell'Irap. Promozione della “Transizione Energetica” innovando il tessuto delle imprese operanti nel settore, ponendo Ravenna come Hub per investimenti delle grandi multinazionali già presenti nel territorio. Incentivazione regionale per le aziende alla ridistribuzione del carico orario di lavoro con incremento dell'organico. Facilitazione della maternità delle dipendenti, anche con sperimentazioni organizzative a parità di trattamento economico, sociale e pensionistico. Formazione e diffusione su esperienze di finanza etica e sostegno delle filiere produttive territoriali, collaborando con gli istituti già presenti nel tessuto economico. Ristrutturazione della competitività della riviera nell'area del Mediterraneo mediante la modernizzazione delle strutture alberghiere e l'allungamento della stagione. Incentivazione del turismo cittadino e delle pinete, potenziamento del turismo religioso e consolidamento di quello enogastronomico. Il comune deve sapersi porre come mediatrice tra l'esperienza pratica e specifica del nostro ambiente marinaro, le esigenze ambientali ed economiche e le regole imposte dell'Europa. Riorganizzazione del mercato delle imprese edili, degli affitti e delle compravendite con particolare attenzione alle famiglie a reddito medio-basso, ai lavoratori, agli studenti e agli anziani. Recupero del patrimonio degli edifici pubblici, in disuso e valorizzazione di quello di edilizia residenziale pubblica dell’Acer anche con investimento sugli ascensori negli edifici che ne sono privi. Incentivazione delle produzioni agricole sostenibili a basso impatto ambientale con preferenze per le imprese agricole familiari. Monitoraggio e verifica delle nuove tecnologie sull'impatto ambientale e relativamente ai rischi della salute (con particolare riferimento al 5G). Monitoraggio della qualità dell'aria, potenziamento e incentivazione dell'utilizzo dei mezzi pubblici. Salvaguardia del patrimonio ambientale arboreo e faunistico, proponendo l’intero territorio ravennate come intera area con certificazione biologica. Aumento della sicurezza delle persone con l’ampliamento di telecamere sul territorio e nelle aree più a rischio della presenza di fenomeni delittuosi. Riallestimento presso il Pronto Soccorso di un presidio di Polizia a tutela del personale sanitario. Riorganizzazione e ottimizzazione di tutti gli enti pubblici per una burocrazia meno gravosa per i cittadini".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni, il Popolo della Famiglia scende in campo al fianco di Lista per Ravenna

RavennaToday è in caricamento