rotate-mobile
Martedì, 7 Dicembre 2021
Politica Cervia

Tra sport e turismo, a Cervia la Lega punta sullo skate park

Tra i luoghi per realizzare l'impianto i consiglieri leghisti propongono: "Il parco urbano, la Bassona, la zona colonie di Pinarella o il parco sotto al grattacielo di Milano Marittima"

Un rilancio turistico che passa attraverso lo sport. E' questa l'idea che sta alla base del progetto di realizzazione di uno skate park nel territorio cervese da parte dei consiglieri comunali della Lega Enea Puntiroli, Daniela Monti, Stefano Versari, Gianluca Salomoni e Monica Garoia.

"Considerato che il modello turistico che ci ha valorizzati e distinti per decine d’anni è da tempo giunto a termine - riferiscono i consiglieri del Carroccio -, e che esiste la forte necessità di un rilancio della nostra località; pensiamo che occorra puntare a progetti e ad idee innovative che possano valorizzare il nostro territorio per assicurarne un rilancio turistico mediante la progettazione e la creazione di infrastrutture volte a garantire anche un’attrattiva turistico-sportiva. Tali strutture dovranno essere necessariamente innovative e di interesse internazionale per attrarre turisti e offrire anche nuovi servizi alla cittadinanza. Lo sport, il fitness, il wellness possono sicuramente assicurare un turismo mirato e di nicchia, al quale la nostra località può anche offrire posti sicuri come: le saline, la spiaggia e la pineta dove regnano tranquillità e serenità anche nell’attuale periodo e nel futuro post covid". 

"Un punto di partenza potrebbe sicurante essere la realizzazione di uno skate park - evidenziano gli esponenti della Lega -, sport di nicchia, ma sicuramente di grande interesse, che sta prendendo sempre più piede tra i più giovani (e non solo) e che da Tokio 2021 sarà ufficialmente disciplina olimpica. Tale skate park dovrebbe e potrebbe essere anche il tassello di partenza per l’ideazione e la creazione di una città dello sport, che diventerebbe un fiore all’occhiello di una città smart e green che si propone all’avanguardia nella difese dell’ambiente. Per avere un interesse internazionale ed assicurarsi anche competizioni di rilievo, tale struttura dovrà essere innovativa e “radicale”, ovvero essere dotata di rampe e tracciati al di fuori dell’ordinario". 

I consiglieri leghisti propongono dunque "un percorso di progettualità e fattibilità per sua realizzazione" e un impegno di 30 mila euro. "L’ubicazione - specificano dallla Lega - potrebbe essere individuata in diversi luoghi tra cui: il parco urbano, la Bassona o la zona colonie di Pinarella (come prima opera si un villaggio dello sport), nel parco sotto al grattacielo di Milano Marittima, nella zona adiacente alberghiero, oppure ristrutturando quello già esistente. Tale progetto dovrà comunque essere sottoposto alla spettante commissione consigliare per poterne valutare l’ubicazione più adatta tenendo conto dell’interesse pubblico e l’impatto ambientale".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tra sport e turismo, a Cervia la Lega punta sullo skate park

RavennaToday è in caricamento