Una nuova mobilità per la città: appuntamento con la lista civica Ravenna in Comune

Dallo spostamento della stazione ferroviaria alla chiusura al traffico del centro storico, dalla metropolitana di superficie alle nuove opportunità di collegamento tra centro, forese e lidi.

Raffaella Sutter, candidata sindaco di Ravenna in Comune

Ravenna in Comune approfondirà insieme alla cittadinanza e alle associazioni interessate il suo progetto per una nuova  strategia di “Mobilità”. L’appuntamento è per martedì 17 maggio alle 20.30 all'hotel Cube di Ravenna.

Dallo spostamento della stazione ferroviaria alla chiusura al traffico del centro storico, dalla metropolitana di superficie alle nuove opportunità di collegamento tra centro, forese e lidi.
“La volontà di costruire una immagine nuova per la città – spiega una nota della lista civica - non può prescindere dall’idea di riconfigurare la circolazione veicolare,  pedonale, ciclistica e del trasporto merci di un territorio complesso come il nostro.                                                          
E' facile constatare come da troppo tempo, a Ravenna, i desideri di pochi riescano ad aver voce più di quanta ne abbiano i bisogni della cittadinanza. Marinara ne è esempio calzante. ‘Non luoghi’ utili solo a mettere distanza tra la città e i suoi abitanti.
La città deve assumere nuovamente un proprio ruolo strategico nel quadro nazionale e per far questo, occorre, innanzitutto,  valorizzare la nostra invidiabile posizione geografica, che ci vede cerniera tra il nord ed il centro-sud dell'Italia, in  una posizione geografica  che può e deve fare della città una “ Porta aperta sull'Adriatico”. un interlocutore privilegiato verso i paesi dell'Est Europa ricchi ed in espansione, ricostruzione di una permeabilità economica, turistica culturale e sociale, troppo timidamente accennata negli anni passati che deve invece diventare elemento fondante per la ricostruzione di una credibilità della città su scala internazionale. 
E' facile capire come, immaginare un tal ruolo per la nostra città, significhi tornare a focalizzare l'attenzione sulle vie di comunicazione, marittime, terrestri ed aeree, canali di penetrazione tra la costa e l'entroterra, ridisegnare il sistema ferroviario, rivedere il ruolo e l'importanza del sistema portuale, rileggere il sistema di trasporti in maniera sostenibile attraverso un capovolgimento dei ruoli tra il pubblico ed privato, valorizzare e ridefinire la ciclabilità delle vie di comunicazione, rinegoziare accordi e ruoli tra le città costiere, da Venezia ad Ancona,  riscoprendo sinergie e comuni ambizioni, sviluppabili attraverso progetti condivisi, facilmente realizzabili e poco dispendiosi”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia sui binari: studente minorenne perde la vita

  • Primi due studenti positivi al Coronavirus in due scuole ravennati

  • Dopo 56 anni e 3 generazioni chiude lo storico supermercato: "A quell'epoca in paese c'erano 4 negozi"

  • Dramma sui binari: muore investito da un treno

  • Maxi festino nascosti in casa tra assembramenti e droga: 34 ragazzi nei guai

  • Travolto mentre attraversa in pieno centro: portato in ospedale in elicottero

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RavennaToday è in caricamento