rotate-mobile
Martedì, 18 Gennaio 2022
Politica

Vertenza sindacale per il servizio di pulizia in stazione, Ancisi (LpRa): "Come si risolve il problema?"

Il consigliere di Lista per Ravenna rende nota una situazione che sarebbe cominciata a metà dicembre: "Quali iniziative intende assumere il sindaco per porre rimedio alla situazione?"

Forte preoccupazione per il futuro del servizio di pulizia alla stazione ferroviaria di Ravenna. Il consigliere di Lista per Ravenna, Alvaro Ancisi, deposita un'interrogazione question time rivolta al sindaco di Ravenna per far luce su una situazione che coinvolgerebbe sindaciti e Trenitalia. Secondo quanto rivelato dal consigliere comunale, mercoledì le segreterie regionali Filt Cgil, Fit Cisl, UilTrasporti, Slm Fast e Orsa, avrebbero indirizzato alla Regione Emilia-Romagna, e in particolare agli assessori Corsini (Trasporti) e Colla (Lavoro), "una richiesta di azioni pressanti nei confronti di Trenitalia e delle aziende del Gruppo Ferrovie dello Stato Italiane, essendo venute casualmente a conoscenza della soppressione, dal 12 dicembre scorso, delle attività di pulizia oggetto dell’appalto Trenitalia lotto Alta Velocità presso la Stazione di Ravenna".

A questa situazione si sarebbe giunti dopo aver richiesto, il 15 dicembre, in seguito al cambio orario commerciale di Trenitalia, un incontro urgente alla società e alla Dusmann Service, per discutere delle gravi ricadute sul lavoro e sui lavoratori coinvolti. Ancisi riferisce che senza aver ricevuto alcuna convocazione in risposta, le segreterie sindacali avrebbero rimarcato la gravità di quanto accaduto e condannato “l’atteggiamento irresponsabile da parte della committente Trenitalia, colpevole di assumere decisioni inerenti attività in appalto nevrotiche e con cambiamenti repentini, senza alcun preavviso degli attori interessati, noncurante delle gravi ricadute sui lavoratori, sul lavoro e sui territori coinvolti”. 

"Giudicando 'atteggiamento inaccettabile in contrasto col Protocollo di intesa per la qualità del lavoro negli appalti dei servizi ferroviari (accordo nazionale del 18 febbraio 2021) e del Patto per il Lavoro presente in questa Regione' - prosegue Ancisi - hanno inoltre denunciato 'il perseverare dello ‘spezzatino’ dei lotti negli appalti ferroviari di pulizia e servizi del  Gruppo Ferrovie dello Stato, fonte di inefficienze e ricadute sul lavoro gravissime', nonché la perdurante 'suddivisione degli appalti e dei lotti unicamente ‘per prodotto’ a scapito di più logici ed efficienti parametri funzionali e dimensionali riferiti all'ambito territoriale e lavorativo'".

"Forte appare l’interesse diretto della nostra città in questa vertenza - conclude il consigliere di Lista per Ravenna - Chiedo pertanto al sindaco quali iniziative intende assumere, sentito doverosamente il prefetto e raccordandosi con la Regione, perché vi sia posto rimedio, assicurando comunque la propria presenza all’incontro, che certamente sarà concesso urgentemente dalla Regione stessa alle organizzazioni sindacali che ne hanno fatto istanza. Gli chiedo anche di fornire al Consiglio comunale, acquisite in tal modo le opportune informazioni, ogni chiarimento su cosa significhi, in termini pratici di servizio pubblico, il provvedimento in questione adottato da Trenitalia".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vertenza sindacale per il servizio di pulizia in stazione, Ancisi (LpRa): "Come si risolve il problema?"

RavennaToday è in caricamento