rotate-mobile
Mercoledì, 12 Giugno 2024
Altro

Vela senza barriere: a Marina è tornata la "Parasailing Academy"

Tanti partecipanti alla tappa romagnola del tour di vela paralimpica. Il presidente FIV Emilia Romagna: "È un grande segnale di speranza e passione sportiva"

Lo sport paralimpico si adopera per la ripresa dell'Emilia Romagna e l'inclusione sociale.  Quella tappa della Parasailing Academy by FIV (Federazione italiana Vela), unica in regione, saltata qualche mese fa a causa dei drammatici accadimenti alluvionali, è tornata lunedì in Romagna, ospitata a Marina di Ravenna dalle associazioni Marinando 2.0 e Circolo Velico Ravennate. Ad organizzare l'evento l'XI Zona FIV in collaborazione con CIP (Comitato Italiano Paralimpico) Emilia Romagna, INAIL Emilia Romagna con il fondamentale supporto di IBSA.

Alla tappa romagnola del tour vocato alla pratica della vela per l'inclusione sociale, hanno aderito in tanti, circa 30 fra diversamente abili e normodotati che questa mattina si sono presentati sul piazzare del Circolo Velico Ravennate per "provare una barca a vela che abbatte le barriere". Così appunto gli addetti ai lavori hanno ribattezzato la "Hansa 303", la piccola imbarcazione a due posti per la vela paralimpica. Prima un briefing, a seguire una lezione teorica poi via, tutti in acqua per provare l'emozione della navigazione a vela (malgrado il vento leggero) nella diga antistante il CVR, assistiti dal tecnico federale Fabio Barbieri e dal personale esperto di Marinando 2.0.

Manlio De Boni, Presidente FIV Emilia Romagna: "La ParaSailing Academy nasce dalla volontà di FIV di portare su tutto il territorio nazionale la vela paralimpica e questo è stato possibile grazie ai grandi contributi di IBSA e CIP, parliamo di un complesso di 11 imbarcazioni che ha girato e girerà in diverse zone al fine di far conoscere la vela paralimpica a tutti gli associati. È un grande segnale di speranza e passione sportiva quello che oggi parte dall'Emilia Romagna, visto che riproponiamo una attivazione che siamo stati costretti a rimandare per l'alluvione".

Sante Ghirardi, Delegato provinciale CIP: "La ParaSailing Academy completa un anno i grandi successi per Marinando 2.9. Ho voluto fortemente che questa disciplina velica sbarcasse nella nostra regione perché Marinando 2.9 divenisse l’unica realtà regionale che fa attività di vela con gli Hansa 303. Sono anche io un atleta in forze alla Marinando 2.0, abbiamo appena fatto le regate nazionali di classe e fra 10 giorni saremo ad Ancona con 2 equipaggi in doppio. Si sta già lavorando affinché il campus CIP 2024 venga a Ravenna e che la vela abbia ancora un ruolo centrale per lo sport dei diversamente abili ".

Francesco Paolo Pontone, Presidente dall’associazione Marinando 2.0: "Come Marinando 2.0 siamo estremamente orgogliosi e felici di ospitare questa tappa, resa possibile grazie alla collaborazione e al supporto del Circolo Velico Ravennate, che ringrazio sentitamente. Abbiamo fatto in pochissimo tempo tantissima strada, il nostro progetto è risultato affidabile e realizzabile grazie anche ai partner che ci hanno supportato con la dotazione delle imbarcazioni. In pochi mesi siamo riusciti a dare vita ad una scuola di vela ed abbiamo partecipato a regate importanti".

Parasailing Academy_MdiRavenna_1-2Parasailing Academy_MdiRavenna_6-2

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vela senza barriere: a Marina è tornata la "Parasailing Academy"

RavennaToday è in caricamento